Info Utili

Quali sono le auto usate che perdono meno valore nel tempo?

Quando si compra un’auto nuova, i fattori da tenere in considerazione sono molteplici. Uno, però, viene spesso ignorato, forse perché nel momento in cui ci troviamo nel concessionario non è (erroneamente) tra i nostri principali pensieri. Se tra qualche anno volessi rivendere l’auto per comprarne una nuova, quanto varrebbe? Il tema della svalutazione delle auto è infatti strettamente legato a quello dell’acquisto di un nuovo veicolo: spesso prima di comprare ci si deve liberare della vecchia auto e non sempre si riesce a ricavare quanto si spera.

Per questo vale sempre la pena informarsi sulle auto che perdono meno valore nel tempo. Se, ad esempio, siamo indecisi tra due modelli equiparabili in tutto, il valore residuo nel momento in cui cambieremo nuovamente auto può rappresentare il fattore che spinge a scegliere un veicolo anziché l’altro. E tenendo conto del fatto che in questi mesi il valore delle auto usate sta aumentando, è un dettaglio da non sottovalutare.

In questa operazione possono tornare molto utili le informazioni divulgate dall’Osservatorio brumbrum che, basandosi sui dati di valutazione e vendita dei veicoli usati, aiuta a capire quali sono lo auto usate che perdono meno valore. E, inutile dirlo, ci sono diverse sorprese nella classifica redatta dal portale di compravendita di auto usate.

Le auto che si svalutano meno dopo 3 anni dall’acquisto

State pensando di cambiare auto dopo appena tre anni dall’ultimo acquisto? Quella che perde meno valore è l’Audi A1 Sportback: nel caso in cui la rivendiate, potete fare fino all’82% del suo prezzo di listino. Al secondo e terzo posto troviamo rispettivamente la Mini 3 porte a benzina e la Volkswagen Polo.

Le auto che si svalutano meno dopo 5 anni dall’acquisto

L’auto usata che vale di più dopo un lustro di vita è la Mini 3 porte, seguita dall’Audi A1 Sportback per il più classico dei cambi di posizione in vertice. Chiude il podio la Dacia Sandero, il crossover del produttore rumeno capace di finire spesso e volentieri nella classifica delle auto più vendute in Italia.

Le auto che si svalutano meno dopo 7 anni dall’acquisto

Alla fine del settennio, l’auto che vale di più è la piccola Twingo, seguita dalla (solita) Mini 3 porte e dalla Volkswagen Golf. La compatta britannica, dunque, è una sorta di highlander, capace di mantenere quasi immutato il proprio valore per ben 7 anni.

Auto che perdono meno valore per segmento

Passando all’analisi dei modelli che perdono meno valore per segmento di mercato scopriamo che la situazione non cambia poi molto. La Mini, infatti, continua a essere presente nella graduatoria, così come l’Audi A1, la Renault Twingo e tutti gli altri modelli citati sinora.

Nel segmento delle citycar le tre auto svalutate sono la Renault Twingo, la Abarth 595 e la smart; in quello delle utilitarie il podio è composto da Mini, Audi A1 Sportback e Volkswagen Polo; tra le berline troviamo la Volkswagen Golf, la Audi A3 Sportback e la Mercedes Classe A; nel segmento Station Wagon l’auto che conserva più a lungo il valore è la Clio SW seguita da Golf Variant e Octavia Wagon; tra i crossover primeggia la Jeep Renegade seguita da Fiat 500x e Renault Capture; in vetta alla “graduatoria” dei SUV meno svalutabili c’è la Dacia Duster, con Volvo XC 40 al secondo posto e Peugeot 3008 al terzo; tra i monovolume, infine, primeggia la 500L con Mercedes Classe B e BMW Sere 2 Active Tourer a occupare secondo e terzo gradino del podio.