Info Utili

Auto, partenza perfetta: come dosare correttamente frizione e acceleratore

I segreti per la partenza perfetta in auto: come dosare correttamente la frizione e l'acceleratore anche per partire in salita

Mettere in moto la propria auto e partire sembra un esercizio facile e privo di conseguenze. Forse non tutti sanno, però, che senza le dovute attenzioni, una partenza effettuata male, soprattutto nel lungo periodo, può compromettere il funzionamento del motore. Anche gli autisti più esperti, spesso, incorrono in errori che mettono a repentaglio il corretto funzionamento della vettura. Per effettuare una partenza perfetta è necessario conoscere bene le manovre dell’auto e saper utilizzare correttamente i freni, la frizione, l’acceleratore e le marce. Ecco tutti i consigli per una partenza perfetta.

Partenza perfetta dell’auto: l’importanza della frizione

La frizione è uno degli elementi più importanti di un’automobile e ricopre un ruolo fondamentale, ovviamente, anche alla partenza. Per mettere in moto, bisogna assicurarsi che il cambio sia in folle, per poi schiacciare il pedale della frizione. Nel caso in cui la partenza sia in pendenza, c’è bisogna di utilizzare anche il pedale del freno. A questo punto si girano le chiavi nel cruscotto e si accende il motore: una volta controllato se il freno a mano è inserito e se le luci sono attive, si può inserire la prima.

La sicurezza, prima di immettersi in strada, è fondamentale: bisogna, dunque, verificare tramite gli specchietti retrovisori che nessuno stia arrivando alle vostre spalle. Adesso si può alzare il piede dal freno per metterlo sull’acceleratore e dare gas, allentando contemporaneamente la pressione sulla frizione finché il piede non sarà completamente sollevato. Un altro consiglio è quello di non alzare troppo velocemente il piede dalla frizione per non rischiare di non sentire il punto di stacco.

Come riconoscere il punto di stacco della frizione per la partenza

Riconoscere il punto di stacco della frizione può fare la differenza per effettuare una partenza perfetta. Come fare per riconoscerlo? Come prima cosa, dopo aver acceso il motore e aver inserito la prima marcia, bisogna sistemare il piede sinistro sulla frizione e il piede destro a terra. Quando si toglie il piede sinistro dalla frizione, va fatto con estrema lentezza perché bisogna percepire una specie di vibrazione che è proprio il punto di stacco: è quello il momento in cui non si deve sollevare troppo il piede ma dare gas per non far spegnere il motore.

La partenza auto in salita con il freno a mano

La partenza in salita è una delle azioni più temute da chi deve sostenere l’esame della patente. Il procedimento richiede più attenzione rispetto alla partenza in pianura ma basta capire il procedimento per non avere problemi. Esistono due moti per partire in salita: con il freno a mano oppure senza.

Quella con il freno a mano è la partenza in salita più usata dai neopatentati perché consente di padroneggiare meglio anche i dislivelli più insidiosi. Per partire con il freno a mano inserito bisogna mettere la marcia in prima: il piede sinistro deve stare sulla frizione mentre il destro sul freno. Successivamente si sposta il piede destro dal freno all’acceleratore, potando il motore su di giri: una volta trovato il punto fermo, si alza appena il piede della frizione, senza lasciarla andare. Quando l’auto comincia ad alzarsi, si toglie il freno a mano e si accelera con delicatezza.

Partenza auto in salita senza freno a mano

Per la partenza in salita senza freno a mano, si mette la prima e si tiene premuto il piede destro sul freno e il sinistro sulla frizione. Dopo si solleva il piede sinistro dalla frizione e quando l’auto inizia ad avere un leggero tremolio si alza il piede destro dal freno. A questo punto si abbassa a poco a poco la frizione e si preme sull’acceleratore fino a far scomparire la vibrazione.