Info Utili

Auto GPL, quali sono i costi e i tempi per fare installare l’impianto?

Come si effettua l'installazione di un impianto GPL, quanto costa e a che cosa bisogna fare attenzione per quanto riguarda la manutenzione

A causa del prezzo del carburante, che diventa sempre più alto, e per differenti motivazioni e preferenze degli automobilisti, si diffondono sempre più le vetture alimentate a GPL, che abbattono senza dubbio i costi di rifornimento. Vediamo quanto costa installare un impianto GPL in auto, sottolineando che è senza dubbio conveniente: a fronte di un investimento iniziale infatti, a parità di km percorsi, il risparmio sui costi del carburante è del 50% circa rispetto alla spesa per la benzina.

Installazione dell’impianto GPL in auto

Si tratta di un intervento da eseguire assolutamente presso un centro specializzato in grado di fornire un impianto di primo livello e una perfetta esecuzione. Prima della nuova installazione è fondamentale controllare il corretto funzionamento dell’impianto elettrico e dell’accensione dell’auto. Su tutti i motori a benzina è possibile installare un impianto GPL (potenzialmente anche sui diesel, motori ad accensione spontanea, che avviene tramite la compressione del gasolio. Visto che il GPL non si innesca per compressione, bisogna mescolarlo al gasolio, per questo i due carburanti non sono immessi in alternativa, ma vengono miscelati, e si parla di “mixed fuel”).

Il serbatoio si posiziona nel bagagliaio e occupa uno spazio che varia a seconda della tipologia di serbatoio scelto, toroidale o cilindrico. Quello toroidale si inserisce nella zona dedicata alla ruota di scorta.

Installazione impianto GPL auto: i costi

Oltre alle tantissime auto a GPL ormai presenti sui listini di tutti i brand, l’impianto può essere installato anche in un secondo momento, convertendo un’auto a benzina in una vettura GPL. Ci sono molti centri specializzati sul territorio nazionale in grado di farlo. Vediamo qual è il costo medio da sostenere per trasformare la propria auto:

  • auto a carburatore o iniezione Euro 0 o Euro 1: 800 euro circa;
  • auto a iniezione con controllo della carburazione Euro 0 o Euro 1: 1.200 euro circa;
  • auto catalizzata con sistema a iniezione gassosa: 1.650 euro circa;
  • auto catalizzata con impianto a iniezione sequenziale fasata: 1.800 euro circa.

Per il serbatoio toroidale si paga poi un extra pari a 100 euro circa, inoltre bisogna aggiungere 50 euro per l’indicatore di livello e 130 euro per il collaudo.

Manutenzione dell’impianto GPL auto

Una cosa fondamentale da sapere riguarda la manutenzione dell’impianto GPL, e soprattutto la pulizia, assolutamente necessaria per far funzionare sempre al meglio il sistema e non avere alcun problema per quanto riguarda le prestazioni dell’auto. Gli iniettori devono sempre essere puliti, per questo si possono utilizzare degli additivi chimici oppure il meccanico può procedere alla pulizia smontandoli manualmente.

Gli additivi eliminano depositi solforosi, lacche, ammoniaca, inquinanti e altri residui incombusti che possono essere legati all’utilizzo di un GPL di scarsa qualità. È importante che lo sporco non si accumuli e non vada a influire sulle prestazioni dell’auto.

Non è possibile stimare un tempo di durata dell’impianto GPL, l’unica cosa che sappiamo è che ogni dieci anni devono essere sostituite le bombole. Certamente una manutenzione periodica accurata e la scelta di un esperto installatore qualificato fanno la differenza e possono essere due variabili ottimali e utili per far durare più a lungo l’impianto GPL dell’auto.

Per quanto riguarda la revisione auto a GPL le regole non cambiano rispetto alle altre vetture, la prima deve essere fatta dopo 4 anni dall’immatricolazione e poi ogni due anni.

tag
auto gpl