Info Utili

Auto GPL, cosa bisogna sapere: pro e contro

Quanto costa un impianto GPL su un'auto e quali sono i vantaggi e gli svantaggi legati a questa particolare tipologia di carburante

Credits: iStock

In questo articolo vogliamo sottolineare alcuni degli aspetti fondamentali legati alle vetture alimentate a GPL, evidenziando quelli che sono i pregi e quelli che invece possono essere ritenuti dei difetti di questa particolare categoria d’auto da parte dei consumatori. Oggi si trovano auto GPL in moltissimi listini, quasi tutti i brand del settore offrono un modello di questo tipo. I motori a benzina si possono anche trasformare in GPL, con modifiche after market.

Punti di forza delle auto a GPL

La maggior parte dei pregi legati a questa particolare tipologia di alimentazione per auto, secondo gli stessi utilizzatori, generalmente sono:

  • basse emissioni inquinanti;
  • risparmio sui costi del carburante rispetto a benzina e diesel;
  • è possibile trasformare auto a benzina in GPL, risparmiando;
  • non sono tanto pericolose come si riteneva in passato, grazie ai sistemi di sicurezza migliorati;
  • di solito l’impianto è esterno e non causa una diminuzione della capacità di carico del veicolo;
  • il bollo auto costa meno;
  • l’impianto GPL pesa meno di quello a metano;
  • consumi inferiori.

Quali sono i punti di debolezza legati alle vetture alimentate a GPL

Anche in questo caso facciamo riferimento all’opinione diretta di chi ha e utilizza un’auto a GPL. Tra i peggiori difetti, vengono segnalati i seguenti:

  • le stazioni di servizio con GPL non sono molte e non sono ben distribuite su tutto il territorio (anche se stanno aumentando);
  • è assolutamente necessaria la manutenzione, oltre a quella ordinaria, anche straordinaria;
  • l’auto a benzina trasformata in GPL perde circa il 10% della potenza;
  • nonostante alcuni modelli GPL di ultima generazione siano esenti, i modelli più datati non sono accettati in tutti i parcheggi al coperto;
  • nei modelli benzina/GPL è necessario comunque percorrere circa un quinto del tragitto utilizzando la benzina, per non andare incontro a problematiche legate alla lubrificazione.

Conclusioni sulle vetture GPL

Innanzitutto, anche se molti pensano che GPL significa Gas Propano Liquido (suo componente principale), il nome GPL significa Gas di Petrolio Liquefatto.

Quanto costa installare un impianto GPL

I costi dipendono prima di tutto dalla tipologia di impianto che si ha intenzione di installare, ma anche dal modello di auto. Possiamo dire che, in linea generale, si può arrivare a spendere al massimo 1.700 euro. Secondo il nostro parere un impianto a GPL permette sempre e comunque di risparmiare.

È la soluzione perfetta se si vogliono abbattere i costi di una vettura, ma è ideale anche per coloro che non vogliono o non possono spendere molto per comprare un’auto nuova, mantenendo comunque un carburante economico. Ricorda che il GP costa di meno rispetto al metano. Installare un impianto GPL su un veicolo a benzina consente di risparmiare circa il 40%.

Facendo invece un paragone con il diesel, possiamo dire con certezza che economicamente il gas è meglio del gasolio (tenendo sotto controllo comunque la situazione dei prezzi del carburante alla pompa, che stanno aumentando in maniera esponenziale). Se però il primo distributore con GPL è molto lontano, allora è sicuramente meglio il diesel.

Per quanto riguarda la scelta tra GPL e metano, tutto dipende dalla tipologia di auto e dalla sua potenza. Il GPL oggi ormai si adatta ad ogni vettura, il mercato invece potrebbe aver problemi con alcune macchine, le prestazioni del mezzo e della centralina devono infatti supporta un peso maggiore dell’impianto. Una cosa è certa, con il metano si risparmia parecchio.

Tag
auto gpl
Leggi l'articolo su Icon Wheels