Info Utili

Auto elettriche, cosa sapere sull’accelerazione e sulla frenata

Cosa sapere sull’accelerazione e sulla frenata delle auto elettriche: i consigli utili per mettersi alla guida delle vetture a emissioni zero

Le vetture elettriche e ibride stanno conquistando il mercato mondiale dell’automobilismo. Le automobili a emissioni zero, sempre più diffuse, sono destinate a sostituire, nei prossimi anni, quelle dotate di motorizzazioni “classiche” come benzina e diesel.

Chi è abituato a guidare un veicolo tradizionale potrebbe essere scettico nei confronti delle automobili elettriche. In molti non si avvicinano al mondo delle vetture a zero emissioni per paura di dover sperimentare una guida diversa rispetto al normale. Pur esistendo alcune differenze sostanziali, in realtà guidare un’auto elettrica è molto più semplice di quanto si possa pensare. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla guida di un veicolo elettrico, in particolare sull’accelerazione e sulla frenata.

Guidare auto elettriche: le differenze con le vetture tradizionali

Oltre al motore, la differenza più importante tra le auto elettriche e quelle a benzina o diesel è rappresentata dalla mancanza della frizione e del cambio, due elementi che di norma possono rendere l’esperienza al volante impegnativa e faticosa, soprattutto in un contesto cittadino caratterizzato da un grande traffico urbano. Con le auto elettriche, invece, non bisogna far altro che selezionare la modalità di guida, proprio come succede con le vetture dotate del cambio automatico. La mancanza della frizione, inoltre, contribuisce a rendere l’esperienza di guida molto leggera e confortevole: i veicoli elettrici si guidano con un solo piede e le accelerazioni sono estremamente fluide, in quanto prive di strappi di velocità.

L’accelerazione delle auto elettriche

Un’automobile elettrica disperde maggiore energia quando si accelera: chi si mette alla guida di una vettura a zero emissioni deve sempre tenere a mente questa caratteristica, così da poter gestire al meglio il consumo e l’autonomia del proprio veicolo. Diventa fondamentale, dunque, imparare ad accelerare in maniera graduale, cercando di viaggiare a una velocità costante, così da dover dare gas il meno possibile.

Accelerare in maniera brusca e non progressiva su un’auto elettrica, infatti, rischia di provocare la dispersione di una grande quantità di energia senza motivo, andando a influire sull’autonomia del mezzo. Rispetto a vetture di tipo tradizionali bisogna imparare a interpretare al meglio il traffico, in modo tale da evitare frenate o accelerazioni istintive: così facendo si risparmia energia vitale per la vettura.

La frenata sulle auto elettriche

Lo stesso discorso fatto sull’accelerazione può riguardare la frenata delle auto elettriche: bisogna prendere dimestichezza con alcuni concetti base. A differenza delle automobili a benzina oppure a diesel, le elettriche non richiedono un uso eccessivo del freno. Le vetture a zero emissioni, infatti, sono dotate di un sistema di recupero dell’energia cinetica che consente al veicolo di rallentare in maniera decisa rilasciando gradevolmente l’acceleratore.

Il sistema di recupero dell’energia consente al guidatore, in pratica, di dover utilizzare il freno solo per arrestare la propria vettura elettrica. Per rallentare basta sollevare il piede dall’acceleratore: in questo modo, oltre a garantire una guida meno faticosa, si favorisce anche un minor consumo dei freni che contribuisce a rendere l’intero impianto frenante più sicuro e duraturo.

Gestire l’energia delle automobili elettriche

In generale, quando si guida un’automobile elettrica, bisogna fare in modo di ottimizzare l’energia a bordo. Molto dipende dallo stile di guida: accelerare in modo graduale e usare il freno in maniera giusta, aiuta a gestire al meglio l’energia a disposizione. Per non disperderla inutilmente, è importante anche prestare attenzione all’utilizzo del riscaldamento e del climatizzatore, tra i principali artefici dell’abbassamento dell’autonomia. È fondamentale saper utilizzare il riscaldamento, il climatizzatore e ogni strumento della vettura in modo moderato, al fine di ridurre il consumo di energia e mantenere elevata l’autonomia.