Info Utili

Assicurazione auto, che cos’è l’osservazione della classe di merito

Il periodo di osservazione della classe di merito da parte di una compagnia assicurativa serve a determinare la sinistrosità del cliente e il premio

Nell’ambito dell’Rc Auto c’è un argomento che merita di essere approfondito, ovvero quello dell’osservazione della classe di merito. Di che cosa si tratta? Vediamolo insieme.

Periodo di osservazione Rc Auto: come definirlo

Gli esperti definiscono periodo di osservazione quell’intervallo temporale a cui l’assicurazione fa riferimento per determinare quale classe di merito attribuire al suo cliente. Si tratta di un elemento importante nell’ambito dell’Rc Auto e del sistema bonus-malus.

Classe di merito: di che cosa si tratta

Prima di capire che cosa intendiamo per periodo di osservazione, è necessario definire cosa intendiamo quando parliamo di classe di merito in ambito di Rc Auto. È il criterio fondamentale, infatti, per definire il premio, ovvero il costo della polizza assicurativa a carico del cliente assicurato.

Le classi di merito in tutto sono 18, delle quali la prima è la più bassa e meno costosa, e man mano si sale. Ai neopatentati viene affidata la classe numero 14, e la stessa si cambia in maniera lineare. Come? Ogni utente assicurato che non commette alcun incidente stradale con colpa durante un anno, guadagna una posizione, e così via. Nel caso in cui invece il cliente sia colpevole di un sinistro stradale, allora perde due classi di merito (queste sono il parametro fondamentale per determinare la rischiosità di un assicurato e quindi quanto pericoloso è alla guida, per poter calcolare il suo premio da pagare).

Come funziona il meccanismo di bonus-malus

Come abbiamo visto, le classi di merito salgono e scendono in base al comportamento del guidatore su strada in un anno. Si tratta di un sistema meritocratico, infatti vengono premiati i conducenti più virtuosi che non causano incidenti e penalizzati invece quelli meno attenti e premurosi, che provocano sinistri stradali. Chiaramente non vengono penalizzate le vittime, ovvero coloro che purtroppo restano coinvolti in un incidente, senza avere alcuna responsabilità.

Periodo di osservazione Rc Auto: di che cosa si tratta

Ora che abbiamo definito che cos’è la classe di merito e il sistema di bonus-malus, possiamo parlare di periodo di osservazione. Si tratta di un’analisi che viene fatta sul comportamento dell’automobilista in un determinato periodo di tempo. La compagnia assicuratrice verifica la condotta del cliente al volante, e determina quindi la classe di merito da assegnargli. Il periodo di osservazione ha una durata di 10 mesi, che va dal momento in cui viene stipulato il contratto fino a 2 mesi prima della scadenza della polizza annuale.

Attestato di rischio: di che cosa si tratta

Alla fine del periodo di osservazione del cliente assicurato, viene redatto l’attestato di rischio, in cui devono essere inserite determinate informazioni specifiche, quali:

  • lo storico dei sinistri eventualmente causati dal conducente negli ultimi 5 anni assicurativi;
  • i dati del veicolo;
  • i dati del soggetto assicurato;
  • la classe di merito.

Le compagnie assicurative, dal 2015, possono prelevare l’attestato di rischio elettronico automaticamente per i cambi di polizza o per qualsiasi altra esigenza. In questo modo, il libero mercato del settore è più ‘snello’ e semplice, l’assicurato infatti non è più obbligato a tenere tutti i documenti in casa con sé.

Le imprese assicurative hanno l’obbligo di mettere l’attestato di rischio a disposizione dei clienti almeno 30 giorni prima della scadenza, per una maggiore trasparenza e correttezza nei confronti del cliente.

tag
rc-auto