Info Utili

Auto elettriche, come funzionerà l’asfalto che le ricarica?

Come funziona la tecnologia dell'asfalto che ricarica le auto elettriche in movimento senza il bisogno di fermarsi alle colonnine

Le auto elettriche rappresentano il presente e il futuro della mobilità. Le vetture a zero emissioni, ormai da diversi anni a questa parte, hanno conquistato una fetta sempre più grande del mercato automobilistico mondiale e la loro ascesa è destinata a durare ancora a lungo nel tempo.

Tanti automobilisti in tutto il mondo hanno deciso di abbandonare le auto con i classici motori termici a benzina o diesel per sposare la mobilità a zero emissioni, acquistando un’auto ibrida oppure elettrica al 100%. I vantaggi in termini di inquinamento e consumi sono molteplici, ma la scelta di passare all’elettrico non è esente da difetti: uno dei problemi più ricorrenti è quello della ricarica della batteria, soprattutto in zone in cui non è presente una rete di colonnine di ricarica.

I disagi, però, sono destinati a scomparire: è in fase di sviluppo il progetto di un manto stradale in grado di ricaricare le batterie delle auto elettriche in modalità wireless. Questa tecnologia può ricoprire un ruolo fondamentale nello sviluppo delle auto elettriche. Vediamo come funziona.

Come funziona l’asfalto che ricarica le auto elettriche

L’obiettivo del progetto è quello di consentire la ricarica di un’auto elettrica percorrendo una strada, senza il bisogno di fermarsi alle colonnine. La ricarica avviene grazie a spire posizionate sotto l’asfalto che trasmettono l’energia elettrica al veicolo in movimento.

L’idea alla base del progetto è molto semplice: installare pochi centimetri sotto l‘asfalto una serie di bobine che garantiranno la ricarica a induzione. Per far sì che l’intero processo funzioni al meglio, è necessario che anche le auto siano opportunamente modificate con sistemi compatibili.

Al di sotto dell’asfalto verranno installate delle spire metalliche capaci di trasmettere elettricità senza fili a tutti i veicoli che passano sopra. Questa soluzione rappresenterebbe una vera e propria svolta nel mondo della mobilità a zero emissioni e potrebbe contribuire in maniera decisiva a convincere sempre più automobilisti a passare alle vetture a zero emissioni.

Ricarica auto elettrica wireless tramite asfalto

Le spire posizionate al di sotto dell’asfalto consentirebbero di ricaricare le auto elettriche utilizzando la stessa tecnologia che permette di caricare gli smartphone senza collegarli direttamente alla rete elettrica.

Il sistema è capace di trasmettere elettricità ai veicoli di passaggio tramite le spire metalliche. Le auto, per ricevere la ricarica elettrica, saranno munite di un apposito ricevitore: questo, oltre a generare l’energia che verrà inglobata nelle batterie, consentirà anche lo scambio di dati utili per la sicurezza stradale lungo tutto il percorso di guida.

L’impiego di questa tecnologia ha come obiettivo quello di sviluppare un innovativo sistema di mobilità a zero emissioni delle persone e delle merci, lungo corridoi di trasporto autostradali. In futuro potrebbe poi essere estesa anche a tratti urbani.

L’asfalto che ricarica le auto elettriche in Italia

L’asfalto in grado di ricaricare le auto elettriche wireless in movimento è in fase di sperimentazione anche in Italia. Il progetto prevede la costruzione di un anello di asfalto di circa mille metri, alimentato con una potenza elettrica di 1MW. L’anello, denominato “Arena del Futuro“, verrà costruito in un’area privata dell’autostrada A35 in prossimità dell’uscita Chiari Ovest.

Su questo tratto di autostrada munito della tecnologia “Dynamic Wireless Power Transfer” ideata dall’azienda israeliana Electreon, verranno usate due auto elettriche e un bus come modelli di sperimentazione. Al tempo stesso verranno effettuati anche dei test riguardanti la guida autonoma attraverso la tecnologia 5G.