Info Utili

Si può tenere l’aria condizionata accesa se l’auto è in sosta?

Forse non tutti lo sanno, ma il Codice della Strada vieta la sosta dell'auto con motore e condizionatore acceso: motivi e multe

L’auto d’estate, soprattutto quando rimane per tante ore sotto il sole, si può trasformare in un vero e proprio forno. L’alleata perfetta è l’aria condizionata, che può rinfrescare l’abitacolo per renderlo vivibile, non immediatamente, ma in pochi istanti.

Manutenzione condizionatore: cosa bisogna sapere

Prima di affrontare il discorso del rischio di multe con l’aria condizionata accesa e l’auto in sosta, vediamo alcuni piccolo accorgimenti da tenere presente.

È fondamentale infatti sapere che la manutenzione dell’impianto del climatizzatore è molto importante, per evitare che i filtri si intasino e ci siano dei problemi di funzionamento generali. Ogni anno (oppure ogni 20.000 chilometri) sarà necessario cambiare il filtro antipolline ed evitare, così, che si accumulino detriti e impurità alla “fonte”. Questo permetterà di eliminare più facilmente pollini e altre particelle presenti nell’aria, migliorando la qualità di quella che circola all’interno dell’abitacolo.

Se invece si dovesse notare che il condizionatore inizia a ‘perdere i colpi’ e non raffreddare più l’auto come di consueto, allora è necessario chiedere un controllo da parte di un professionista, che valuterà se è arrivato il momento di fare la ricarica del fluido refrigerante. Un’operazione veloce e anche abbastanza accessibile economicamente, che è richiesta ogni 3 o 4 anni di solito, e che consente di avere un sistema di climatizzazione sempre perfettamente funzionante.

Il consiglio è comunque quello di far controllare il condizionatore dell’auto una volta all’anno, in modo che il meccanico specializzato possa capire se c’è carenza di gas e se ci sono dei danni da risolvere, che possono compromettere il funzionamento dell’intero impianto. I raccordi e le tubature, con il passare del tempo, si possono allentare a causa delle vibrazioni o dei percorsi effettuati su strade dissestate, causando possibili perdite di gas refrigerante.

Il gas circola in un circuito a tenuta stagna, questo è il motivo per cui non dovrebbe diminuire troppo con il tempo (chiaramente, se non ci sono delle perdite anomale, motivo per cui l’impianto dovrebbe essere controllato periodicamente da personale specializzato).

Aria condizionata accesa con auto in sosta: che cosa dice la legge

Arriviamo alla tematica centrale di questo articolo, ovvero la possibilità (o meno) di tenere acceso l’impianto di condizionamento dell’aria mentre la macchina è in sosta. Il Codice della Strada, in realtà, precisamente all’articolo 157 comma 7 bis, vieta la sosta con motore e climatizzatore auto accesi, e prevede una multa per chi non rispetta il divieto.

Che cosa si rischia? Una multa compresa tra i 216 e i 432 euro; la norma nasce nel 2007, l’obiettivo è quello di contenere le emissioni inquinanti provenienti dai veicoli. È lo stesso articolo del CdS che chiarisce anche la differenza tra la sosta e la fermata: “Per sosta si intende la sospensione della marcia del veicolo protratta nel tempo, con possibilità di allontanamento da parte del conducente, per fermata si intende la temporanea sospensione della marcia anche se in area ove non sia ammessa la sosta, per consentire la salita o la discesa delle persone, ovvero per altre esigenze di brevissima durata”.