Info Utili

Alcol test Capodanno: cosa bisogna sapere

Festeggia serenamente il tuo Capodanno, fai il tuo brindisi di mezzanotte, ma attenzione a metterti al volante: cosa devi sapere sull'alcoltest

Credits: iStock

Stasera si festeggia il Capodanno, come sempre la raccomandazione è quella di non mettersi immediatamente alla guida dopo aver brindato. Aspettate del tempo oppure evitate di sgarrare oltre al bicchiere della mezzanotte. Ricordiamo infatti che il Codice della Strada vieta assolutamente la guida in stato di ebbrezza, per la quale è possibile essere puniti con multe pesanti, oltre a sospensione o ritiro della patente.

Il limite permesso dalla legge

Il tasso alcolemico non deve superare 0.5 g/litro. Oltre questa soglia di commette il reato di guida in stato di ebbrezza. Per tasso alcolemico intendiamo la concentrazione di etanolo nel sangue.

Le multe previste per chi guida in stato di ebbrezza

Le multe e ogni altra pena per questo reato crescono all’aggravarsi del comportamento e del livello di alcol nel sangue. Possiamo dire nel dettaglio esattamente quanto segue:

  • chi viene fermato con un tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 0,8 g/l rischia una multa che va da un minimo di 500 a un massimo di 2.000 euro e la sospensione della patente da 3 a 6 mesi;
  • se il tasso invece è compreso tra 0,8 e 1,5 g/l si rischia una sanzione da 800 a 3.200 euro, l’arresto fino a 6 mesi e la sospensione del documento di guida da 6 mesi a 1 anno;
  • coloro che guidano invece senza alcuna coscienza, con un tasso alcolemico che supera addirittura il livello di 1,5 g/l, rischia una multa molto alta, da 1.500 a un massimo di 6.000 euro, ma anche un anno di arresto e la sospensione della patente da un anno fino a un massimo di due anni. Non è tutto, si prevede infatti anche il sequestro preventivo e la confisca del veicolo, a meno che non sia di una persona differente da quella sorpresa alla guida in stato di ebbrezza. Le pene raddoppiano se si provoca un sinistro stradale.

Prova alcoltest: come funziona

L’etilometro è lo strumento che viene usato dagli agenti durante il posto di blocco, per misurare il livello di alcol presente nell’aria espirata. Quando una persona viene fermata per fare questo esame, ricordiamo che per legge deve essere ripetuto due volte, le due misurazioni successive devono avvenire a distanza di 5 minuti una dall’altra. Se l’automobilista decide di rifiutarsi di fare la prova, commette un reato e viene punito con la decurtazione di 10 punti della patente, oltre alle stesse pene che il Codice prevede per chi guida in stato di ebbrezza con tasso alcolemico oltre 1,5 g/l.

Le tabelle del tasso alcolemico

Nei bar, nei pub e nei locali in generale dove si somministrano alcolici, vengono esposte delle tabelle fornite dal Governo, in cui vengono indicate le quantità di alcol che si possono consumare per rientrare nel limite di 0.5 g/l. Chiaramente non sono regole da seguire alla lettera per tutti, anzi. Il tasso alcolemico infatti cambia per moltissimi fattori, da persona a persona, tutto dipende dal sesso, dal peso, dall’età, ma anche dalla gradazione degli alcolici bevuti.

 

Leggi l'articolo su Icon Wheels