Info Utili

Acqua in auto: come asciugare e igienizzare l’interno della vettura

In questo articolo scopri come asciugare l'acqua entrata nell'auto, pulire gli interni e controllare il funzionamento di tutte le componenti

A chi non è capitato di lasciare il finestrino dell’auto aperto e di aver trovato l’abitacolo bagnato a causa della pioggia? Spesso capita di parcheggiare la macchina all’aperto sotto il sole e lasciare i finestrini un pelo aperti, soprattutto in estate (per il caldo) e in luoghi sicuri. Purtroppo però le condizioni climatiche a volte cambiano talmente in fretta che ci ritroviamo a dover affrontare queste spiacevoli situazioni. In caso di forti piogge purtroppo l’acqua potrebbe entrare nell’abitacolo in grosse quantità, per questo è bene verificare differenti aspetti dell’auto: vediamo quali e come.

Il controllo degli interni in caso di acqua nell’abitacolo

Nel caso in cui rovesciamo dell’acqua in macchina, sui tappetini, o la stessa entri a causa della pioggia e del finestrino dimenticato aperto, allora è meglio controllare le condizioni dell’abitacolo. Prima cosa da guardare è se l’acqua si trova anche sulla superficie del pianale dove appoggiamo i piedi, sotto i tappetini. Se anche i pannelli fonoassorbenti sono bagnati, allora è meglio asciugarli immediatamente o cambiarli.

D’estate le temperature ovviamente ci aiutano, mentre d’inverno sarebbe meglio utilizzare una piccola stufa elettrica o un deumidificatore da posizionare in auto con i finestrini aperti, per asciugare tutti gli elementi bagnati. Se negli interni dell’auto si è formato un cattivo odore dovuto all’umidità, è meglio non usare i soliti spray e deodoranti per ambienti che non cambierebbero la situazione, anzi aggiungerebbero un “nuovo odore” a quello già esistente. Per questo sarebbe meglio portare la macchina a fare una pulizia e igienizzazione accurate dell’abitacolo.

Acqua in auto: abitacolo allagato

Nel caso in cui la vostra macchina sia rimasta letteralmente inondata, la prima cosa da controllare non saranno gli interni ma chiaramente le condizioni delle parti elettriche e meccaniche del veicolo. Attenzione: non provate ad accendere il motore, se l’acqua è entrata potreste rompere delle componenti molto delicate e fondamentali.

Il primo consiglio che vi diamo è quello di staccare la batteria e controllare il livello dell’olio. Nel caso in cui l’acqua sia entrata in contatto con l’olio, è bene effettuare lo spurgo e rabboccare con nuovo lubrificante, fondamentale per far funzionare la macchina al meglio. La stessa cosa per il serbatoio del carburante, se dovesse essere entrata acqua, allora non fate nulla autonomamente ma affidatevi ad un servizio professionale di pulizia prima di fare nuovamente il pieno.

Per quanto riguarda invece gli interni conviene procedere come segue:

  • prima di tutto controllare i tappetini e fare una buona pulizia degli interni, dei sedili e di tutte le parti bagnate;
  • se l’acqua è arrivata all’altezza delle gomme, allora verificate anche le condizioni del motore e non accendetelo;
  • se è arrivata al livello dei finestrini i danni saranno senza dubbio molto seri, quindi fate una pulizia completa dell’abitacolo, controllate tutte le componenti elettriche ed elettroniche e il loro funzionamento, fate smontare le parti meccaniche della macchina da tecnici specializzati per verificarne il possibile riutilizzo.

Nel caso in cui la vettura sprofondi in acqua alta, è assolutamente necessario affidarsi a professionisti del settore, in grado di effettuare una valutazione di quello che può essere ancora salvato e di tutto quel che è andato perso. Il consiglio è chiedere un preventivo per la spesa di riparazione e valutare se conviene acquistare un nuovo veicolo.