Usato

Mini Countryman Cooper S (2019): pregi e difetti della SUV britannica

di Marco Coletto -

Non fatevi ingannare dal nome: la Mini Countryman Cooper S è una SUV più pratica che divertente. Per gli esemplari del 2019 meglio puntare sul nuovo: le km zero – molto difficili da trovare – hanno un prezzo troppo simile a quello di listino

Non fatevi ingannare dal nome: la Mini Countryman Cooper S è più pratica che divertente. Se siete interessati alla seconda generazione della SUV britannica (realizzata sullo stesso pianale della Clubman) meglio puntare sul nuovo: gli esemplari a km zero delle varianti a trazione anteriore e con cambio manuale sono infatti rari e cari. Scopriamo insieme i pregi e i difetti dell’allestimento Hype.

I pregi della Mini Countryman Cooper S del 2019

Abitabilità

Nonostante le dimensioni esterne contenute – 4,30 metri di lunghezza – la Mini Countryman offre tanti centimetri alle spalle e alla testa dei passeggeri posteriori. Il divano è scorrevole ma alcune concorrenti sono più spaziose nella zona delle gambe.

Dotazione di serie

L’allestimento Hype è molto ricco: autoradio Aux Bluetooth USB, barre sul tetto, cerchi in lega da 17”, chiave elettronica Comfort Access, climatizzatore automatico bizona, comando regolazione risposta motore/cambio/sospensioni/servosterzo, cruise control, fari full LED a orientamento automatico, funzione di differenziale autobloccante, funzione Performance Control, portellone automatico, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedili anteriori regolabili in altezza, sensore luci, sensore pioggia e sensori di parcheggio posteriori.

Capacità bagagliaio

Notevole: 450 litri che diventano 1.390 quando si abbattono i sedili posteriori.

Posto guida

Sedile comodo e comandi abbastanza ergonomici: promossa.

Climatizzazione

L’impianto automatico bizona è potente ed efficace.

Cambio

La trasmissione manuale a sei rapporti se la cava egregiamente.

Sterzo

L’elemento più sportivo della Mini Countryman Cooper S: sensibile e preciso come pochi altri.

Visibilità

Eccellente in ogni direzione.

Freni

Quasi sportivi.

Prezzo

La Mini Countryman Cooper S Hype sfiora i 37.000 euro: una cifra alta ma adeguata ai contenuti offerti. Le km zero – introvabili (più semplice rintracciare le ALL4 a trazione integrale) – sono da evitare visto che costano quasi come quelle nuove. Meglio approfittare degli sconti del concessionario su modelli non ancora targati.

Consumo

15,4 km/l dichiarati: un buon valore considerando la cavalleria sotto il cofano.

Garanzie

La copertura globale terminerà nel 2021.

title

I difetti della Mini Countryman Cooper S del 2019

Finitura

Qualche imprecisione di troppo nelle zone più nascoste.

Sospensioni

Qualche risposta brusca di troppo sulle sconnessioni più pronunciate.

Rumorosità

Sound poco coinvolgente e fruscii aerodinamici ad andature autostradali.

Motore

Il 2.0 turbo benzina Euro 6d-Temp della Mini Countryman Cooper S ha una cilindrata elevata che non aiuta a risparmiare sull’assicurazione RC Auto ed è penalizzato da un’erogazione debole ai bassi regimi e con poco allungo. I cavalli non sono molti in rapporto alla concorrenza (192), così come la coppia (280 Nm).

Prestazioni

Il peso elevato non aiuta: 225 km/h di velocità massima e 7,6 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Airbag frontali, laterali e a tendina, attacchi Isofix e frenata automatica. Gli ADAS vanno pagati a parte, buone le cinque stelle ottenute nei crash test Euro NCAP.

Tenuta di strada

La Mini Countryman è una SUV rassicurante incollata all’asfalto ma poco agile nelle curve per via del peso elevato.

Tenuta del valore

Le Mini Countryman Cooper S manuali a trazione anteriore non sono molto richieste sul mercato dell’usato.