Usato

Top Five Usato: SUV a benzina piccole e compatte, quale scegliere

Cinque SUV a benzina piccole e compatte a confronto: la Nissan Qashqai sconfigge Hyundai Tucson, Jeep Renegade, Opel Mokka e Peugeot 2008

Le SUV a benzina a trazione anteriore sono vetture adatte a chi cerca un veicolo pratico e trendy e non percorre molti chilometri: nella “top five” di questo mese, vinta dalla Nissan Qashqai, abbiamo analizzato cinque proposte piccole e compatte del 2015.

La Sport Utility giapponese ha superato facilmente due rivali extraeuropee (la coreana Hyundai Tucson e la statunitense Jeep Renegade) e due del Vecchio Continente (la tedesca Opel Mokka e la francese Peugeot 2008). Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli con potenze comprese tra 110 e 135 CV.

title
8.0
/10

1° Nissan Qashqai 1.2 DIG-T Acenta

Difficile trovare una SUV compatta a benzina migliore della Nissan Qashqai 1.2 DIG-T Acenta: la crossover giapponese monta un motore pronto ai bassi regimi e caratterizzato da una cilindrata contenuta che consente di risparmiare sull’assicurazione RC Auto e può inoltre vantare un bagagliaio molto sfruttabile quando si abbattono i sedili posteriori.

Trovarla non è difficile: mettete in conto una spesa di 16.500 euro.

title
6.7
/10

2° Peugeot 2008 PureTech Turbo 110 Black Matt

Il punto di forza della Peugeot 2008 PureTech Turbo 110 Black Matt? Indubbiamente il motore. Nonostante i soli tre cilindri (che si fanno sentire esclusivamente a freddo) il propulsore 1.2 sovralimentato – oltre ad essere incredibilmente silenzioso – regala una spinta corposa ai bassi regimi, prestazioni molto interessanti (“0-100” in 9,9 secondi), una coppia notevole (205 Nm) e consumi bassissimi (21,7 km/l dichiarati).

Rispetto alle rivali analizzate in questa “top five” è più piccola, più facile da parcheggiare (4,16 metri di lunghezza) e più divertente da guidare ma anche meno versatile: lo spazio per i passeggeri posteriori e per le valigie non è il massimo. Contraddistinta da qualche imprecisione di troppo nelle finiture ma anche da una dotazione di serie molto ricca (navigatore, sensore pioggia e vernice metallizzata), si porta a casa con 13.600 euro ma è impossibile da trovare: la maggioranza dei clienti ha preferito spendere meno e prendere le 1.2 aspirate.

title
6.5
/10

3° Hyundai Tucson 1.6 Comfort

La Hyundai Tucson 1.6 Comfort presenta tanti punti di forza da non sottovalutare: una garanzia valida fino al 2020, un abitacolo spazioso per le spalle e le gambe dei passeggeri posteriori e costruito con cura e un bagagliaio immenso. L’affidabile SUV coreana non è facile da trovare ed è piuttosto cara: da nuova nel 2015 costava 23.700 euro e oggi i pochi esemplari disponibili hanno mantenuto quotazioni alte (oltre 20.000 euro) in quanto rari e con pochi chilometri percorsi.

L’ingombrante (4,48 metri di lunghezza) crossover asiatica ospita sotto il cofano un motore potente (132 CV) ma poco grintoso ai bassi regimi. Non eccezionale la dotazione di serie: il navigatore e il sensore pioggia erano optional.

title
5.7
/10

4° Jeep Renegade 1.6 Longitude

La Jeep Renegade 1.6 Longitude monta un motore carente di coppia (152 Nm) e presenta qualche imprecisione negli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria. Ottimo, in compenso, lo spazio a disposizione della testa dei passeggeri posteriori più alti e non è da sottovalutare la posizione di guida rialzata che consente di dominare il traffico.

Da nuova costava poco (22.500 euro): oggi le sue quotazioni recitano 16.000 euro ma è introvabile visto che la maggioranza dei clienti ha preferito – giustamente – spendere qualcosa in più per le più riuscite 1.4 turbo MultiAir.

title
5.0
/10

5° Opel Mokka 1.6 Cosmo b-Color

La Opel Mokka 1.6 Cosmo b-Color si acquista con 16.000 euro ma è impossibile trovarla visto che i clienti della Cosmo non hanno ritenuto rilevante spendere qualche euro in più per la carrozzeria bicolore.

La SUV tedesca è una buona auto ma non se abbinata a questo motore rumoroso, poco brillante (12,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari) e assetato di benzina (15,2 km/l dichiarati). Senza dimenticare il comportamento stradale non molto agile nel misto stretto per via del peso elevato.