Usato

Citroën C6 (2011): pregi e difetti dell’ammiraglia francese

di Marco Coletto -

Alla scoperta della Citroën C6, l'ultima (per ora) ammiraglia del Double Chevron: gli esemplari del 2011 sono difficili da trovare e hanno quotazioni comprese tra 15.000 e 20.000 euro

La Citroën C6 è – per il momento – l’ultima ammiraglia del Double Chevron: l’ultima esponente di una dinastia che ha visto modelli iconici come la Traction Avant, la DS, la CX e la XM. Oggi analizzeremo un esemplare del 2011 della raffinata “segmento E” francese nel lussuoso allestimento Executive, difficile da trovare (più semplice rintracciare i modelli più anziani) e con quotazioni comprese tra 15.000 euro e 20.000 euro: scopriamo insieme i suoi pregi e difetti.

I pregi della Citroën C6 del 2011

Abitabilità

Un mare di spazio per tutti.

Finitura

Appaga più la vista che il tatto ma si difende bene: non siamo però ai livelli delle tedesche (qualche imprecisione di troppo nelle zone più nascoste dell’abitacolo).

Dotazione di serie

Il lussuoso allestimento Executive della Citroën C6 è molto ricco: antifurto, autoradio CD Mp3, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore automatico bizona, cruise control, fari bixeno a orientamento automatico, fendinebbia, interni in pelle, navigatore, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedili riscaldabili (anteriori regolabili elettricamente e con memoria lato guidatore), sensori di parcheggio anteriori e posteriori e sospensioni autoregolabili.

Posto guida

Sedile comodissimo e comandi ergonomici: promossa.

Climatizzazione

Impianto potente, tasti un po’ troppo piccoli.

Sospensioni

Da vera Citroën: si viaggia come sui cuscini.

Rumorosità

Motore silenzioso e abitacolo ottimamente insonorizzato: una perfetta compagna di viaggio.

Motore

Il propulsore 3.0 V6 turbodiesel HDi Euro 5 con filtro antiparticolato – l’unico disponibile nel 2011 sotto il cofano della Citroën C6 – genera una potenza di 241 CV, una coppia di 450 Nm e offre una spinta corposa sotto i 2.000 giri.

Cambio

La trasmissione automatica a sei rapporti dell’ammiraglia transalpina regala passaggi marcia fluidi.

Sterzo

Più orientato al comfort che al piacere di guida: giusto così.

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia del guidatore, controlli di stabilità e trazione e monitoraggio pressione pneumatici. Senza dimenticare le cinque stelle conquistate nei crash test Euro NCAP.

Visibilità

Eccellente in tutte le direzioni: merito delle ampie superfici vetrate e dei montanti non troppo voluminosi.

Freni

Impianto potente e rassicurante.

Tenuta di strada

La Citroën C6 non nasce per fare le corse ma si rivela sempre equilibrata nelle curve. Quando si esagera tende ad allargare la traiettoria ma stiamo parlando di una berlinona di lusso a trazione anteriore che non invoglia a esagerare.

Consumo

Buono: 13,5 km/l dichiarati.

title

I difetti della Citroën C6 del 2011

Capacità bagagliaio

420 litri: un po’ pochini per un’auto che sfiora i cinque metri di lunghezza…

Prestazioni

Il piacere di guida non è il punto di forza della Citroën C6: 235 km/h di velocità massima e 8,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Prezzo

Da nuova nel 2011 la Citroën C6 Exclusive era piuttosto cara (54.910 euro). Oggi è introvabile – più semplice rintracciare gli esemplari più recenti – e le sue quotazioni recitano 17.700 euro: poco più di una Fiat Tipo 1.3 Mjt 4p. Pop appena uscita dal concessionario.

Tenuta del valore

Le ammiraglie non tedesche si svalutano molto, specialmente se hanno sotto il cofano un motore diesel.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2013 e quella sulla verniciatura nel 2014: ancora valida, fino al 2023, la protezione sulla corrosione.