Usato

Aston Martin V8 Vantage (2010): pregi e difetti della supercar britannica

Pregi e difetti dell'Aston Martin V8 Vantage del 2010: la supercar britannica è una delle sportive più sexy di sempre e oggi si trova abbastanza facilmente a meno di 60.000 euro

Eleganza, sportività e bellezza: sono queste le tre caratteristiche principali dell’Aston Martin V8 Vantage, una delle supercar più “sexy” di sempre. Oggi analizzeremo gli esemplari del 2010 della sportiva britannica dotati del cambio automatico Sportshift, facili da trovare a meno di 60.000 euro. Scopriamo insieme i pregi e i difetti della coupé inglese.

title

I pregi dell’Aston Martin V8 Vantage del 2010

Finitura

Cura artigianale e materiali pregiati.

Capacità bagagliaio

Il vano dell‘Aston Martin V8 Vantage soddisfa le esigenze di una coppia (300 litri) ma non ha una forma regolare.

Climatizzazione

Impianto potente, bocchette centrali piccole.

Sospensioni

Mai troppo rigide: il giusto compromesso.

Rumorosità

Il sound diventa eccezionale oltre i 4.000 giri.

Motore

Il 4.7 V8 Euro 4 a benzina dell’Aston Martin V8 Vantage genera una potenza di 426 CV e una coppia di 470 Nm. Un propulsore aspirato che regala le cose migliori agli alti regimi ma che si difende bene ai bassi.

Cambio

La trasmissione automatica (robotizzata) a sei rapporti Sportshift non è un fulmine di guerra quando si cerca la sportività ma se la cava.

Sterzo

Preciso e sensibile.

Prestazioni

Notevoli: 290 km/h di velocità massima e 4,9 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

C’è tutto quello che serve: airbag frontali, laterali e a tendina e controlli di stabilità e trazione.

Visibilità

Discreta: l’Aston Martin V8 Vantage è facile da parcheggiare visto che è lunga solo 4,38 metri.

Tenuta di strada

Adatta anche a guidatori poco esperti (a patto di non esagerare).

Prezzo

Da nuova nel 2010 l’Aston Martin V8 Vantage Sportshift costava 122.061 euro e oggi si trova abbastanza facilmente a 56.800 euro: poco più di una BMW 430i Coupé Msport appena uscita dal concessionario.

title

I difetti dell’Aston Martin V8 Vantage del 2010

Abitabilità

Due posti secchi e un abitacolo non particolarmente spazioso.

Dotazione di serie

Incompleta: l’autoradio CD Mp3 USB, i cerchi in lega, il climatizzatore, gli interni in pelle, i sensori di parcheggio e i sedili regolabili elettricamente erano di serie ma altri accessori fondamentali come il cruise control e il navigatore si pagavano a parte.

Posto guida

Poco adatto ai lunghi viaggi: sedile scomodo e pochi centimetri a disposizione per le gambe.

Freni

L’impianto è valido, il pedale no (poco sensibile).

Tenuta del valore

Le quotazioni calano molto nei primi anni ma poi tendono a stabilizzarsi.

Consumo

Alto in ogni situazione: 7,6 km/l dichiarati.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2012.

Scopri tutto il listino Aston Martin.