Usato

Usato di lusso: ammiraglie a benzina

di Marco Coletto -

Cinque ammiraglie a benzina del 2017 a confronto: la Mercedes classe S sconfigge Audi S6, Maserati Ghibli e le Mercedes classe E e CLS

Le ammiraglie a benzina sono auto adatte a chi cerca il lusso e vuole risparmiare approfittando della forte svalutazione che colpisce le vetture dei segmenti E ed F. Nella “top five” di questo mese, vinta dalla Mercedes classe S, abbiamo analizzato cinque proposte del 2017 con quotazioni che non superano i 60.000 euro.

L’elegantissima berlinona della Stella ha superato le “cugine” classe E e CLS, l’Audi S6 e la Maserati Ghibli. Scopriamo insieme la classifica, che prende in considerazione modelli a trazione posteriore o integrale con potenze comprese tra 400 e 450 CV.

title
6.8
/10

1° Mercedes S 500

La Mercedes S 500 è un’ammiraglia ingombrante – quasi 5,20 metri di lunghezza – e poco agile nelle curve. Da nuova costava molto (119.697 euro): oggi è introvabile – più facile rintracciare le varianti più anziane a trazione integrale e a passo lungo – e le sue quotazioni recitano 45.000 euro.

Costruita con grande cura e contraddistinta da un abitacolo spaziosissimo per la testa e le gambe dei passeggeri posteriori, monta un motore poco assetato di benzina (15,2 km/l dichiarati).

title
6.5
/10

2° Mercedes E 43 AMG

La Mercedes E 43 AMG è una berlinona relativamente compatta (poco più di 4,90 metri di lunghezza) piacevole da guidare nelle curve. Da nuova aveva un prezzo interessante – 83.898 euro – e oggi si trova senza problemi usata a meno di 57.000 euro.

Più spaziosa per i bagagli che per i passeggeri (in tre dietro si sta strettini), monta un motore poco reattivo ai bassi regimi e non molto potente se paragonato a quanto offerto dalle altre vetture presenti in questa “top five” (401 CV).

title
6.5
/10

2° Mercedes CLS 500

La Mercedes CLS 500 è un’ammiraglia tedesca filante poco spaziosa: l’abitacolo è omologato solo per quattro posti e chi si accomoda dietro non ha molti centimetri a disposizione della testa e delle gambe.

Introvabile di seconda mano (più facile rintracciare le AMG più anziane), monta un motore 4.7 V8 – una cilindrata elevata che non aiuta a risparmiare sull’assicurazione RC Auto – ricco di coppia (600 Nm) e in grado di offrire una spinta corposa ai bassi regimi.

title
6.2
/10

4° Audi S6

L’Audi S6 è un’ammiraglia tedesca rivolta a chi cerca le prestazioni: 450 CV e una risposta pazzesca ai bassi regimi. Usata è introvabile (più facile trovare le station wagon Avant a quattro cilindri) e le sue quotazioni si aggirano intorno ai 55.000 euro.

Il cambio automatico a doppia frizione a sette rapporti potrebbe essere più rapido e fluido nei passaggi marcia e le finiture presentano qualche imprecisione (niente di preoccupante, però, sia chiaro) nelle zone più nascoste dell’abitacolo.

title
5.9
/10

5° Maserati Ghibli 3.0 430 CV

La Maserati Ghibli 3.0 430 CV – meglio nota come S – è una “berlinona” penalizzata da consumi molto alti e da una dotazione di serie povera: il navigatore era optional e molti sistemi di assistenza alla guida non erano disponibili neanche pagando. Usata si trova facilmente a poco più di 50.000 euro.

Alti e bassi per quanto riguarda la praticità: il divano è abbastanza comodo per tre passeggeri ma il bagagliaio è piccino.