Usato

Alfa Romeo 4C (2014): pregi e difetti della supercar del Biscione

di Marco Coletto -

L’Alfa Romeo 4C è una delle poche auto da investimento moderne: la supercar del Biscione usata costa di più oggi di quando era regolarmente in listino. Scopriamo insieme i pregi e i difetti di un esemplare del 2014

La maggior parte delle auto (anche sportive pregiate) si svaluta al momento dell’immatricolazione: ci sono però rarissime eccezioni di vetture da investimento che guadagnano valore col passare del tempo.

L’Alfa Romeo 4C è una di queste: chi ha acquistato nuova la supercar del Biscione ha fatto un affare visto che oggi da usata costa di più di quanto era regolarmente in listino. Scopriamo insieme i pregi e i difetti di un esemplare del 2014 della coupé lombarda, facile da trovare e con quotazioni che sfiorano i 75.000 euro.

I pregi dell’Alfa Romeo 4C del 2014

Abitabilità

Due posti secchi (ma lo spazio non manca). Solo salire a bordo – e uscire – è un po’ complicato.

Finitura

L’Alfa Romeo 4C è costruita con materiali avanzati come la fibra di carbonio (telaio). Le plastiche nell’abitacolo, invece, deludono.

Dotazione di serie

Buona: autoradio Bluetooth, cambio automatico, cerchi in lega, climatizzatore, differenziale Q2, manettino DNA e navigatore.

Posto guida

Si sta seduti molto in basso piacevolmente avvolti dai sedili e con comandi ergonomici. La pedaliera disassata stona.

Climatizzazione

L’impianto è essenziale ma è potente e funziona bene.

Motore

Il 1.750 turbo Euro 6 benzina dell’Alfa Romeo 4C genera una potenza di 240 CV e una coppia di 350 Nm. Un propulsore che inizia a spingere forte intorno ai 2.000 giri che potrebbe però essere più reattivo agli alti regimi.

Cambio

La trasmissione automatica (doppia frizione) a sei rapporti regala passaggi marcia rapidi e fluidi. Avremmo preferito una rapportatura più corta.

Sterzo

Il comando è molto reattivo (pure troppo) ma l’assenza del servosterzo si sente alle basse velocità.

Prestazioni

Da vera supercar: 258 km/h di velocità massima e 4,5 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

I controlli di stabilità e trazione ci sono e se la cavano molto bene.

Freni

L’impianto – potentissimo e mai soggetto ad affaticamento – è perfetto per l’uso intenso in pista.

Tenuta di strada

L’Alfa Romeo 4C è una sportiva a trazione posteriore divertentissima agile nelle curve adatta però solo a piloti esperti.

Tenuta del valore

Costa più oggi da usata che quando era nuova: un investimento su quattro ruote.

Consumo

Non esagerato: 14,7 km/l dichiarati.

title

I difetti dell’Alfa Romeo 4C del 2014

Capacità bagagliaio

Il vano posteriore è adatto solo a dei single: 110 litri.

Sospensioni

Durissime in ogni situazione: troppo rigide anche per chi è abituato a guidare auto sportive.

Rumorosità

Il sound coinvolge (ai bassi e medi regimi) ma è molto fastidioso anche quando si guida in modo tranquillo.

Visibilità

Nonostante le dimensioni esterne compatte (meno di quattro metri di lunghezza) l’Alfa Romeo 4C non è facile da parcheggiare: colpa del motore centrale che impedisce di vedere attraverso il lunotto.

Prezzo

Da nuova nel 2014 l’Alfa Romeo 4C aveva un prezzo alto (53.437 euro), oggi si trova abbastanza facilmente di seconda mano ma costa molto di più rispetto a quando era in listino: 73.500 euro, poco più di una Porsche 718 Cayman S appena uscita dal concessionario.

Garanzie

La copertura globale è scaduta nel 2016 e quella sulla verniciatura nel 2017. Ancora valida, fino al 2022, la protezione sulla corrosione.