Personaggi

Moray Callum, il dinamismo del design

di Marco Coletto -

Moray Callum, uno dei più grandi car designer contemporanei, ha trascorso la maggior parte della carriera in Ford ma ha realizzato le cose migliori in Mazda, rivoluzionando lo stile della Casa giapponese all’inizio degli anni ‘00


Moray Callum, uno dei più grandi car designer contemporanei, ha trascorso la maggior parte della carriera in Ford ma ha realizzato le cose migliori alla Mazda, rivoluzionando lo stile della Casa giapponese all’inizio degli anni ‘00. Scopriamo insieme la sua storia.

Moray Callum: la biografia

Moray Callum nasce il 19 novembre 1958 a Dumfries (Regno Unito): fratello minore di Ian, responsabile design Jaguar tra il 1999 e il 2019, consegue la laurea in design industriale all’Università Napier di Edinburgo e successivamente il master in transportation design al Royal College of Art di Londra.

La carriera in Europa

Nel 1982 Callum inizia a lavorare alla Chrysler e in seguito passa al gruppo PSA prima di trasferirsi nel 1989 in Italia per ricoprire il ruolo di consulente alla Ghia.

La carriera in America

Moray Callum viene chiamato dalla Ford nel 1995 per occuparsi dei modelli dell’Ovale Blu destinati al mercato nordamericano.

Gli anni in Mazda

Moray passa nel 2001 alla Mazda. I suoi compiti? Dirigere il centro stile e rivitalizzare lo stile del brand giapponese. Ci riesce benissimo proponendo modelli caratterizzati da forme sinuose e dinamiche come la terza generazione della MX-5 (2005) la Mazda5 (2005) e la CX-7 (2006).

Il ritorno in Ford

Moray Callum torna in Ford nel 2006 come responsabile dello stile della Casa statunitense per il Nord America, tre anni dopo viene promosso a direttore esecutivo con responsabilità per tutti i marchi del gruppo e nel 2014 viene nominato vicepresidente del design. Tra le vetture più interessanti realizzate sotto la sua supervisione segnaliamo le attuali Mondeo, Mustang e GT.

Moray andrà ufficialmente in pensione il prossimo 1 maggio 2021.