Personaggi

Léon Serpollet, il padrone del vapore

di Marco Coletto -

Storia di Léon Serpollet, pioniere dell’automobilismo che continuò a credere nel vapore quando tutti gli altri si stavano orientando verso i motori a scoppio

Léon Serpollet è considerato uno dei pionieri dell’automobilismo. Scopriamo insieme la storia dell’industriale francese che continuò a credere nel vapore quando tutti gli altri si stavano orientando verso i motori a scoppio.

Léon Serpollet: la biografia

Léon Serpollet nasce il 4 ottobre 1858 a Culoz (Francia). Appassionato di meccanica fin da ragazzo, progetta insieme al fratello maggiore Henri generatori a vapore per uso industriale.

Le auto a vapore e la Peugeot

Nel 1888 Léon realizza generatori di dimensioni più contenute in modo da poterli installare su veicoli e nello stesso anno crea il primo triciclo a vapore.

L’anno seguente contribuisce alla realizzazione della Peugeot Type 1 a vapore, presentata all’Esposizione Universale di Parigi: da molti considerata la prima vettura di sempre della Casa del Leone, non convince il fondatore del marchio di Sochaux – Armand Peugeot – poco convinto delle potenzialità del vapore.

Il primo automobilista di Parigi

Il 17 aprile 1891 Léon Serpollet diventa la prima persona di Parigi a ricevere l’autorizzazione a circolare per la Ville Lumière con un’automobile (a patto di non superare i 16 km/h di velocità).

La Gardner-Serpollet e il record di velocità

Nel 1898 – in seguito all’incontro con lo statunitense Frank Gardner – nasce l’azienda franco-americana Gardner-Serpollet. Quattro anni più tardi Léon, al volante di un’auto a vapore da lui creata (l’Œuf de Pâques), stabilisce a Nizza il record di velocità (120,761 km/h).

Léon Serpollet scompare l’1 febbraio 1907 a Parigi (Francia) a causa di un tumore.