Personaggi

Gabriel Voisin: dagli aerei alle auto

di Marco Coletto -

Storia di Gabriel Voisin: negli anni ‘10 del XX secolo è stato un protagonista dell’aviazione europea, negli anni ‘20 e ‘30 ha realizzato vetture raffinate e aerodinamiche

Gabriel Voisin è stato un protagonista dei primi anni del XX secolo: fino al termine della Prima Guerra Mondiale ha contribuito in modo rilevante allo sviluppo dell’aviazione europea mentre negli anni ‘20 e ‘30 ha realizzato vetture raffinate e aerodinamiche. Scopriamo insieme la sua storia.

Gabriel Voisin: la biografia

Gabriel Voisin nasce il 5 febbraio 1880 a Belleville-sur-Saône (Francia): dopo aver studiato presso l’accademia delle belle arti di Lione inizia ad appassionarsi al mondo del volo e nel 1903 trova lavoro presso Ernest Archdeacon, pioniere dell’aviazione transalpina.

Mettersi in proprio

Dopo numerosi lavori in campo aeronautico Gabriel si mette in proprio e fonda nel 1907 insieme al fratello Charles la Voisin Frères. I due iniziano subito a farsi notare per i loro prodotti innovativi e vengono considerati come i fratelli Wright europei.

La tragedia e il successo

Nel 1912 – in seguito alla morte del fratello Charles in un incidente automobilistico – Gabriel Voisin cambia nome alla società (Aéroplanes G. Voisin) e ingaggia giovani progettisti talentuosi come un certo André Lefèbvre (l’uomo che creerà le Citroën Traction Avant, 2CV e DS).

Durante la Prima Guerra Mondiale gli affari vanno a gonfie vele grazie alla fornitura di velivoli all’aeronautica francese, russa e italiana.

Dagli aerei alle automobili

Al termine del conflitto Gabriel Voisin decide di concentrarsi sulla produzione di automobili e fonda la Avions Voisin: il primo modello – la C-1 (C come omaggio a Charles) – vede la luce nel 1919.

Le vetture Voisin seducono il pubblico grazie al design aerodinamico e ad alcune innovazioni tecniche come la carrozzeria di serie a partire dal 1926 (in quegli anni le Case automobilistiche vendevano solo telaio e motore: per il “vestito” bisognava solitamente rivolgersi ad aziende esterne).

La crisi

L’inizio degli anni ‘30 coincide con un periodo di crisi per la Avions Voisin: mancano i soldi per pagare gli stipendi e Lefèbvre abbandona l’azienda per passare prima alla Renault e poi alla Citroën.

La Avions Voisin viene nazionalizzata dopo la Seconda Guerra Mondiale e assorbita dal neonato colosso statale SNECMA. Voisin progetta ancora un veicolo – una piccola vettura economica dotata di un motore 125 – che avrà un discreto successo in Spagna con il nome Biscúter.

Gli ultimi anni

Gabriel Voisin si ritira a vita privata alla fine degli anni ‘50 e muore il 25 dicembre 1973 a Ozenay (Francia).