Personaggi

Ercole Spada, la fantasia al potere

di Marco Coletto -

Ercole Spada è uno dei car designer italiani più importanti di sempre: ha realizzato le più belle Zagato degli anni ‘60, ha indirizzato lo stile BMW negli anni ‘80 ed è riuscito negli anni ‘90 a progettare cinque auto profondamente diverse costruite su un solo pianale


Ercole Spada non è molto conosciuto dal grande pubblico ma è uno dei car designer italiani più importanti di sempre. Scopriamo insieme la storia dello stilista lombardo, creatore delle più belle Zagato degli anni ‘60, ideatore dello stile BMW degli anni ‘80 e capace di progettare negli anni ‘90 cinque auto profondamente diverse tra loro (Alfa Romeo 155, Fiat Tipo e Tempra e Lancia Delta e Dedra) costruite su un solo pianale.

Ercole Spada: la biografia

Ercole Spada nasce il 26 agosto 1938 a Busto Arsizio (Varese): appassionato di auto e di disegno fin dall’infanzia, consegue il diploma di perito industriale nel 1956 e quattro anni più tardi entra alla Zagato.

I primi progetti

A soli 22 anni Ercole Spada inizia a farsi conoscere nell’ambiente del car design grazie a due progetti che simboleggiano la sua filosofia stilistica, basata sulla leggerezza e sull’aerodinamica: l’Aston Martin DB4 GT Zagato e l’Alfa Romeo Giulietta SZ.

Alfa e Lancia

Avete presente tutte le più belle Alfa Romeo e Lancia firmate Zagato uscite negli anni ‘60? Le ha disegnate tutte Spada. Nel 1962 debuttano l’Alfa Romeo 2600 SZ e la Lancia Flavia Sport, nel 1963 tocca all’Alfa Romeo Giulia TZ e alla Lancia Flaminia Super Sport, nel 1965 viene presentata la Lancia Fulvia Sport mentre quattro anni più tardi sbarca in listino l’Alfa Romeo Junior Z.

Ford e BMW

Nel 1970 Ercole Spada lascia la Zagato per diventare responsabile del design alla Ford: tre anni più tardi viene mandato a occuparsi della Ghia dopo l’acquisizione della carrozzeria torinese da parte della Casa dell’Ovale Blu.

Dopo un breve periodo in Audi Spada viene chiamato dalla BMW e all’inizio degli anni ‘80 contribuisce alla creazione di due vetture importantissime del marchio bavarese: la terza generazione della serie 5 e la seconda evoluzione della serie 7.

Ritorno in Italia

Ercole Spada torna in Italia nel 1983 per lavorare all’I.De.A. Institute e nell’atelier torinese lavora alla progettazione di cinque modelli del Gruppo Fiat costruiti sullo stesso pianale per abbassare i costi di produzione.

La richiesta dei vertici del colosso piemontese è di creare cinque vetture completamente diverse e Spada ci riesce alla perfezione realizzando la Fiat Tipo (1988), la Lancia Dedra (1989), la Fiat Tempra (1990), l’Alfa Romeo 155 (1992) e la seconda generazione della Lancia Delta (1993).

Gli ultimi due progetti realizzati all’I.De.A. Institute sono la Nissan Terrano II (che viene presentata nel 1993) e la Lancia k (1994).

Gli ultimi anni

Nel 1992 Ercole Spada torna alla Zagato e realizza per il carrozziere milanese l’anno seguente la concept Ferrari FZ93 basata sulla 512 TR.

Nel 2006 fonda insieme al figlio Paolo la Spadaconcept e due anni più tardi progetta l’originale supercar Codatronca.