Personaggi

Claude Lobo, il padre del design New Edge

Alla scoperta di Claude Lobo, il designer francese che alla fine del XX secolo introdusse lo stile spigoloso New Edge con le Ford Ka e Focus

Claude Lobo è stato uno dei designer più importanti della fine del XX secolo. Considerato il padre del New Edge, ha introdotto con le prime generazioni delle Ford Ka e Focus forme spigolose in un panorama automobilistico dominato da linee tondeggianti e sinuose. Scopriamo insieme la sua storia.

Claude Lobo, la biografia

Claude Lobo nasce il 20 agosto 1943 a Parigi (Francia) e inizia a lavorare come designer già alla fine degli anni ’50 presso l’azienda di elettrodomestici transalpina Arthur Martin. Qui conosce Robert Opron, che lo spinge a entrare nel mondo del design automotive.

Due anni in Simca, una vita in Ford

Nel 1964 Lobo viene assunto alla Simca e lavora sulla 1100. Due anni più tardi passa alla Ford, azienda con cui collaborerà per oltre 30 anni.

Fare carriera

Nel 1968 Claude Lobo viene nominato responsabile del design esterno in Ford Europe e contribuisce allo sviluppo della prima generazione della Fiesta. Cinque anni più tardi diventa responsabile delle piccole e dei mezzi da lavoro mentre nel 1978 passa a curare gli interni dei camion.

Gli anni ’80

Il 1983 è l’anno in cui Lobo viene chiamato a ricoprire il ruolo di responsabile dello stile Ford per le piccole e per le compatte mentre quattro anni dopo dirige la sezione di design al computer.

Gli anni ’90

Claude Lobo diventa nel 1994 responsabile del design avanzato di Ford: il suo compito principale è quello di creare lo stile del futuro del marchio dell’Ovale Blu (e degli altri brand del gruppo come Lincoln e Mercury) attraverso la realizzazione di concept car.

Nel 1995 inizia a introdurre forme spigolose sul prototipo GT90 ma la vera svolta arriva l’anno seguente con la Ka: una citycar dallo stile rivoluzionario capace di restare in commercio per 12 anni senza avere bisogno di un restyling.

La Focus – il secondo capolavoro stilistico di Claude Lobo – vede invece la luce nel 1998. Il designer transalpino – accanito fumatore – chiede e ottiene di poter inserire un portacenere sulla consolle centrale: il portacenere più ergonomico della storia dell’auto.

Gli ultimi anni

Claude Lobo va in pensione nel 1999 e scompare il 3 giugno 2011 a Pressignac-Vicq (Francia).