Auto d'epoca

Il Museo Enzo Ferrari di Modena cambia faccia

di Marco Coletto -

Inaugurato oggi, racconterà la storia del fondatore del Cavallino e le auto dei suoi tempi

Il Museo Enzo Ferrari – inaugurato oggi (116 anni esatti dopo la nascita del Drake) a Modena dal presidente del Cavallino Luca Cordero di Montezemolo e dal vicepresidente Piero Ferrari – non è uno spazio espositivo completamente nuovo visto che si basa sul Museo Casa Enzo Ferrari nato nel 2012.

La fondazione proprietaria del MEF – di cui fanno parte le istituzioni del capoluogo emiliano (Comune, Provincia, Camera di Commercio e ACI, con il sostegno della Cassa di Risparmio) ha affidato alla Casa di Maranello la gestione dell’edificio e sono stati numerosi i cambiamenti apportati alla struttura.

Il Museo Enzo Ferrari da oggi racconterà la storia dell’uomo che ha creato questo marchio e le auto dei suoi tempi: nel padiglione principale sarà possibile ammirare ad esempio le vetture più significative guidate dal Drake nella sua carriera di pilota mentre una multiproiezione immersiva con 18 proiettori servirà a conoscere la storia dell’automobilismo modenese.

Il museo (che ha sede in Via Paolo Ferrari 85 a Modena) sarà aperto – come quello Ferrari di Maranello – tutti i giorni esclusi Natale e Capodanno. Da oggi fino a domenica 23 febbraio tutti i residenti nella provincia di Modena potranno approfittare dell’ingresso a tariffa scontata: 9 euro, 5 per i ragazzi dai 6 ai 18 anni.

Auto d'epoca

Museo Alfa Romeo di Arese: riaprirà nel 2015?

La collezione del Biscione, chiusa dal 2011, potrebbe tornare a disposizione del pubblico in occasione dell'Expo di Milano