Auto d'epoca

Morris Minor 1000 Convertible (1956): la scoperta del popolo

di Marco Coletto -

Alla scoperta della Morris Minor 1000 Convertible del 1956, variante cabriolet della terza e ultima generazione dell'amatissima compatta britannica

La Morris Minor 1000 Convertible – prodotta dal 1956 al 1969 – non è molto conosciuta in Italia mentre nel Regno Unito è un’auto d’epoca amatissima: stiamo d’altronde parlando della variante cabriolet dell’ultima generazione della compatta britannica, l’auto che ha motorizzato gli inglesi dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Una scoperta economica e popolare abbastanza facile da trovare a circa 10.000 euro.

Morris Minor 1000 Convertible (1956): le caratteristiche principali

La Morris Minor 1000 Convertible si distingue dall’antenata per un design più moderno, per un motore più potente ma anche per finiture meno curate (troppe componenti in comune con altre vetture del gruppo BMC). La cabriolet inglese – caratterizzata dalle cornici intorno ai finestrini – presenta diversi punti di forza da non sottovalutare: prestazioni interessanti, un buon comportamento stradale, parecchio spazio a disposizione dei passeggeri e dei bagagli (in rapporto alle dimensioni esterne contenute: solo 3,76 metri di lunghezza) e tanta affidabilità e robustezza. Tra le note negative segnaliamo invece l’eccessiva rumorosità, lo sterzo pesante e una posizione di seduta poco adatta a persone basse.

Nel 1961 arrivano gli indicatori di direzione tradizionali al posto delle obsolete frecce a levetta a scomparsa integrate nella carrozzeria mentre l’anno successivo, in concomitanza con un profondo restyling, è la volta di un propulsore più potente.

Morris Minor 1000 Convertible (1956): la tecnica

Il motore della Morris Minor 1000 Convertible è un 948 cc a quattro cilindri da 38 CV, introdotto al posto dell’803 cc. Un propulsore simile a quello della Austin A35 (ma leggermente più potente), che viene rimpiazzato in occasione del restyling del 1962 da un 1.1 da 49 CV.

Morris Minor 1000 Convertible (1956): le quotazioni

Le quotazioni della Morris Minor 1000 Convertible (13.500 euro) sono simili ai prezzi reali. Le versioni post-restyling spinte dal propulsore 1.1 si trovano con più facilità ma sono anche più costose: oltre 15.000 euro.