Auto d'epoca

Lagonda 2.6 Litre (1948): la prima sotto Aston Martin

di Marco Coletto -

Alla scoperta della 2.6 Litre del 1948, la prima Lagonda del secondo dopoguerra (nonché la prima sotto Aston Martin)

La Lagonda 2.6 Litre – prodotta dal 1948 al 1953 – non è solo la prima auto del secondo dopoguerra della Casa britannica ma anche il primo modello realizzato dal brand sotto Aston Martin (diventata proprietaria del marchio l’anno prima).

Lagonda 2.6 Litre (1948): le caratteristiche principali

La Lagonda 2.6 Litre è una delle ammiraglie più innovative del secondo dopoguerra: al momento del lancio, nel 1948, è l’unica vettura britannica in commercio dotata di sospensioni a quattro ruote indipendenti.

Una berlinona lussuosa, comoda e rifinita con cura non particolarmente agile a causa del peso elevato.

Lagonda 2.6 Litre (1948): la tecnica

Il motore della Lagonda 2.6 Litre del 1948 è un 2.6 a sei cilindri in linea da 106 CV: un propulsore, progettato nientepopodimeno che da W. O. Bentley e utilizzato negli anni seguenti anche dalle Aston Martin DB2, DB3 e DB2/4, che beneficia di un aumento di potenza (125 CV) nel 1952.

Lagonda 2.6 Litre (1948): le quotazioni

La Lagonda 2.6 Litre del 1948 è un’ammiraglia introvabile (più semplici da rintracciare le varianti cabriolet Drop Head) e le sue quotazioni recitano 35.000 euro.