Auto d'epoca

Ford Mondeo SW 2.5 (1995): il bello del V6

Tra il 1995 e il 2000 la prima generazione della Ford Mondeo SW fu venduta con un raffinato motore 2.5 V6. Due le varianti: l’elegante Ghia con 170 CV e la cattiva ST-200 con 205 CV

Tra il 1995 e il 2000 la prima generazione della Ford Mondeo SW (variante station wagon dell’Auto dell’Anno 1994) fu venduta con un raffinato motore 2.5 V6. Due le varianti: l’elegante Ghia con 170 CV e la cattiva ST-200 con 205 CV.

Ford Mondeo SW 2.5 V6 (1995): le caratteristiche principali

La Ford Mondeo SW 2.5 V6 entra in listino nel 1995 – due anni dopo il lancio delle varianti meno potenti – e si rivolge ai padri di famiglia che percorrono pochi chilometri.

Alle doti già note della station wagon dell’Ovale Blu – dotazione di serie ricca, tanto spazio per le gambe e le spalle dei passeggeri posteriori (ma non molto per la testa) e un bagagliaio ampio – si aggiungono un propulsore vigoroso e un impianto frenante potente. I difetti? Identici a quelli delle versioni a 4 cilindri: le dimensioni esterne ingombranti che non aiutano nei parcheggi (4,63 metri di lunghezza, non pochi) e un comportamento stradale poco rassicurante nelle manovre di emergenza alle alte velocità. Alti e bassi per quanto riguarda le finiture: curata dentro ma con qualche imprecisione di troppo negli assemblaggi dei pannelli della carrozzeria.

La Ford Mondeo SW 2.5 V6 sparisce dalle scene dopo pochi mesi di commercializzazione e ritorna nel 1997 – sempre e solo nel lussuoso allestimento Ghia – con una mascherina ovale più importante lanciata in occasione del restyling del 1996.

Risale al 1999 il debutto della versione sportiva ST-200: motore più potente, look aggressivo e un prezzo piuttosto alto (oltre 52 milioni di lire contro i 42 della V6 Ghia).

Ford Mondeo SW 2.5 V6 (1995): la tecnica

Il motore montato al lancio, nel 1995, della Ford Mondeo SW V6 è un 2.5 a sei cilindri ricco di cavalli (170) e di coppia (220 Nm) in grado di offrire prestazioni vivaci (8,6 secondi sullo “0-100”). Un propulsore penalizzato dalla cilindrata elevata (che non aiuta chi vuole risparmiare sull’assicurazione RC Auto) e da una spinta poco vigorosa ai bassi regimi (stiamo pur sempre parlando di un’unità aspirata).

La versione ST-200 è meno grintosa di quello che si potrebbe immaginare: pur avendo 35 CV più della Ghia (205), ha solo 15 Nm di coppia in più (235) e il miglioramento di sei decimi nello “0-100” (8 secondi netti) non giustificava a nostro avviso un sovrapprezzo così alto.

Ford Mondeo SW 2.5 V6 (1995): le quotazioni

La Ford Mondeo SW 2.5 V6 più riuscita è, secondo noi, la Ghia da 170 CV, la variante più equilibrata della station wagon a sei cilindri dell’Ovale Blu si trova facilmente a circa 2.000 euro.

Per la più rara (nonché più vistosa) ST-200 ci vogliono invece 6.500 euro: una cifra a nostro avviso ingiustificata per una familiare più sportiva nell’estetica che nella sostanza.