Auto d'epoca

Auto d’epoca “low-cost”: cosa comprare con 5.000 euro

di Marco Coletto -

Dieci auto d'epoca interessanti che non costano una fortuna

Chi ha detto che le auto d’epoca sono una passione costosa? Nelle righe seguenti troverete dieci modelli facilmente rintracciabili a 5.000 euro: vetture ideali per chi vuole approcciarsi al magico mondo delle storiche senza spendere una follia.

Nel nostro elenco – composto soprattutto da veicoli francesi – abbiamo inserito volutamente vetture appartenenti a tutte le categorie, con una leggera prevalenza per le sportive. Scopriamole insieme.

title

Citroën 2CV4

La Citroën 2CV4 – prodotta dal 1970 al 1978 – monta un motore boxer bicilindrico da 435 cc e 26 CV. Le varianti costruite dal 1975 si distinguono, tra le altre cose, per i fari anteriori rettangolari e per la mascherina rivista.

title

Fiat 500 L

La Fiat 500 L – costruita dal 1968 al 1972 – era la variante più lussuosa del “cinquino” e si differenziava dalla più spartana F per le finiture più curate e per i paraurti rinforzati. Il motore? Un bicilindrico da 18 CV.

title

Ford Capri Mk II

La Ford Capri Mk II  – seconda generazione della sportiva dell’Ovale Blu – è una coupé prodotta dal 1974 al 1978. La gamma motori è composta da cinque unità a benzina: 1.3 da 60 CV, 1.6 da 72 e 88 CV, 2.0 da 98 CV e 3.0 da 138 CV.

title

Land Rover Range Rover 4.0 V8 seconda generazione

La Land Rover Range Rover 4.0 V8 è la variante “base” a benzina della seconda generazione della grande SUV britannica. Prodotta dal 1994 al 2002, ospita sotto il cofano un motore 4.0 V8 da 190 CV.

title

Opel Calibra 2.5 V6

La Opel Calibra 2.5 V6 – costruita dal 1995 al 1997 – è una coupé tedesca spinta da un motore 2.5 V6 a benzina da 170 CV.

title

Peugeot 306 Cabriolet Roland Garros

La Peugeot 306 Cabriolet Roland Garros è una scoperta francese commercializzata dal 1995 al 1997 dotata di un motore 1.8 a benzina da 101 CV.

title

Renault Espace 2.0 prima generazione

La prima generazione della Renault Espace non è stata la prima monovolume della storia ma quella che ha lanciato la moda delle MPV in Europa: design originale, sette posti abbattibili e girevoli, tanto spazio e ampie superfici vetrate. Il nostro consiglio è quello di puntare sugli esemplari pre-restyling prodotti dal 1984 al 1988 e sui modelli a benzina spinti da un motore 2.0 da 108 CV.

title

Rover Mini British Open Classic

La Rover Mini British Open Classic è una versione speciale della piccola britannica caratterizzata dalla vernice British Racing Green, dai cerchi in lega Minilite e dal tetto apribile in tessuto a comando elettrico. Prodotta dal 1992 al 1996 in soli 1.000 esemplari, ospita sotto il cofano un motore 1.3 a benzina da 50 CV.

title

Toyota Celica quinta generazione

La quinta generazione della Toyota Celica, la prima auto asiatica di sempre capace di vincere un Mondiale rally, è arrivata in Italia nel 1990 ma per rimanere nel budget di 5.000 euro bisogna optare per le varianti a trazione anteriore (1.6 da 105 CV o 2.0 da 156 CV) sbarcate nel nostro Paese due anni dopo in occasione del restyling.

title

Volkswagen Maggiolone 1303

Il Volkswagen Maggiolone 1303 viene lanciato nel 1972 con due motori boxer a benzina – un 1.3 da 44 CV e un 1.6 da 50 CV (versione impreziosita dai freni a disco anteriori) – affiancati l’anno seguente da un 1.2 da 34 CV.