Auto d'epoca

Armstrong Siddeley Sapphire 234 (1955): l’ammiraglia veloce

di Marco Coletto -

Alla scoperta della Armstrong Siddeley Sapphire 234: una vettura nata nel 1955 che superava i 150 km/h di velocità massima. Non male per un’ammiraglia a quattro cilindri…

La Armstrong Siddeley Sapphire 234 – nata nel 1955 – è un’ammiraglia britannica che può vantare due punti di forza da non sottovalutare: il comfort e le prestazioni. All’epoca fu un flop, oggi le sue quotazioni sfiorano i 25.000 euro.

Armstrong Siddeley Sapphire 234 (1955): le caratteristiche principali

La Armstrong Siddeley Sapphire 234 cercò (senza successo, poco più di 800 gli esemplari prodotti) di rubare clienti alla Jaguar: un’ammiraglia rivolta a chi cercava una veloce macinatrice di chilometri caratterizzata da un grande comfort e da prestazioni molto interessanti.

Contraddistinta da una carrozzeria molto amata dalla ruggine, presenta porte anteriori con apertura a 90° che agevolano l’accesso a bordo.

Armstrong Siddeley Sapphire 234 (1955): la tecnica

La Armstrong Siddeley Sapphire 234 può superare i 150 km/h di velocità massima: un valore molto interessante, soprattutto se si tiene conto della presenza sotto il cofano di un “semplice” motore 2.3 a quattro cilindri da 121 CV.

Armstrong Siddeley Sapphire 234 (1955): le quotazioni

Le quotazioni della Armstrong Siddeley 234 del 1955 sono troppo alte (quasi 25.000 euro) per quello che offre la vettura, interessante dal punto di vista storico solo perché rara. In Italia è introvabile, nel Regno Unito non prendete in considerazione prezzi superiori ai 15.000 euro.