Amarsport

Superleague Formula: la Champions League dei motori

di Marco Coletto -

Storia della Superleague Formula, il campionato che cercò - senza successo - di unire calcio e motori

La Superleague Formula fu un campionato – attivo dal 2008 al 2011 – che cercò (senza successo) di unire due passioni prevalentemente maschili: il calcio e i motori. Scopriamo insieme la storia della “Champions League” del motorsport, vinta per due volte da un pilota italiano (Davide Rigon) ma mai da una squadra del nostro Paese.

Superleague Formula: la storia della Champions League dei motori

L’idea di un campionato automobilistico con monoposto sponsorizzate da squadre di calcio prende vita all’inizio del XXI secolo ma si concretizza solo nel 2008 con la creazione della Superleague Formula.

2008

La prima stagione della Superleague Formula – quella del 2008 – vede schierate 18 monoposto (tutte uguali: le Panoz DP09 realizzate dalla statunitense Élan e basate sulle vetture utilizzate l’anno prima nell’ultima edizione di sempre del campionato Champ Car) dotate di un motore Menard 4.2 V12 da 750 CV e di pneumatici Michelin sponsorizzate da 18 differenti squadre di calcio (due di queste italiane: il Milan e la Roma).

I piloti non sono molto conosciuti: solo due hanno dei precedenti (neanche entusiasmanti, a dire il vero) in F1 (il brasiliano Antônio Pizzonia che corre per il Corinthians e l’olandese Robert Doornbos con il Milan) mentre i tre italiani sono Alessandro Pier Guidi (Galatasaray), Davide Rigon (Beijing Guoan) e Enrico Toccacelo (che dopo i primi tre GP con la Roma viene “ceduto” al Borussia Dortmund).

I cinesi del Beijing Guoan – grazie alle tre vittorie di Rigon (Donington gara 1, Zolder gara 2 e Vallelunga gara 1) – si aggiudicano la prima edizione della Superleague Formula mentre per quanto riguarda i team italiani segnaliamo i due successi del Milan (Nürburgring gara 1 e Jerez gara 1).

Superleague Formula 2008: la classifica
Beijing Guoan (Cina) - Davide Rigon (Italia)413 punti
PSV Eindhoven (Paesi Bassi) -Yelmer Buurman (Paesi Bassi)337 punti
Milan (Italia) - Robert Doornbos (Paesi Bassi)335 punti

2009

Tra le novità principali della Superleague Formula 2009 segnaliamo l’addio dei campioni in carica del Bejing Guoan (Rigon passa all’Olympiacos), dei tedeschi del Borussia Dortmund e degli emiratini dell’Al Ain: al loro posto Lione, Midtjylland e Sporting Lisbona.

Per quanto riguarda i piloti troviamo due soli italiani (Rigon e Giorgio Pantano al Milan). Doornbos se ne va (ma arriva un nuovo ex-F1: il brasiliano Enrique Bernoldi) e nella quarta tappa del campionato scende in pista il francese Sébastien Bourdais, ingaggiato dal Siviglia dopo essere stato silurato poche settimane prima dalla Toro Rosso.

La stagione si chiude con il dominio delle squadre inglesi: primo il Liverpool (che ha come pilota lo spagnolo Adrián Valles) e secondo il Tottenham Hotspur. Le italiane? Il Milan porta a casa la vittoria in gara 2 a Magny-Cours.

Superleague Formula 2009: la classifica
Liverpool (Inghilterra) - Adrián Vallés (Spagna)412 punti
Tottenham Hotspur (Inghilterra) - Craig Dolby (Inghilterra)382 punti
Basilea (Svizzera) - Max Wissel (Germania)308 punti

2010

Nel 2010 abbandonano la Superleague Formula il Midtjylland e gli scozzesi del Rangers Glasgow, arriva il Bordeaux (che ingaggia l’ex-F1 francese Franck Montagny) e torna dalla seconda tappa il Beijing Guoan.

Tanti cambi per quanto riguarda i piloti: torna Doornbos, se ne vanno Bernoldi, Pantano e Pizzonia, debutta l’indiano Narain Karthikeyan (con la “maglia” del PSV Eindhoven) e Bourdais passa dal Siviglia al Lione. A Ordos in Cina esordiscono il nostro Giacomo Ricci con il Galatasaray e il Team China, prima scuderia non legata a squadre di calcio.

La Superleague Formula 2010 viene vinta dall’Anderlecht grazie ai due trionfi di Rigon (Assen gara 1 e Adria gara 1), il Milan sale sul gradino più alto del podio della gara 1 del Nürburgring grazie all’olandese Yelmer Buurman mentre la Roma porta a casa gara 2 a Zolder con il francese Julien Jousse.

Superleague Formula 2010: la classifica
Anderlecht (Belgio) - Davide Rigon (Italia)699 punti
Tottenham Hotspur (Inghilterra) - Craig Dolby (Inghilterra)697 punti
Basilea (Svizzera) - Max Wissel (Germania)667 punti

2011

La Superleague Formula termina nel 2011: prima dell’inizio della stagione lo sponsor principale (la compagnia petrolifera nazionale angolana Sonangol, presente dal 2009) lascia la serie così come la maggior parte delle squadre di calcio (rimangono solo Anderlecht, Atlético Madrid, Bordeaux, Galatasaray, PSV Eindhoven e la new-entry Sparta Praga), rimpiazzate da “nazionali”.

L’ultima edizione della Champions League del motorsport (senza piloti e senza squadre italiane) viene interrotta dopo soli due GP disputati: trionfa l’Australia con il pilota John Martin.

Superleague Formula 2011: la classifica
Australia - John Martin (Australia)158 punti
Giappone - Duncan Tappy (Inghilterra)/Robert Doornbos (Inghilterra)136 punti
Lussemburgo - Frédéric Vervisch (Belgio)134 punti