Amarsport

Robert Benoist, il pilota partigiano

Storia di Robert Benoist, il pilota partigiano vincitore del GP di Francia e della 24 Ore di Le Mans morto nel campo di concentramento di Buchenwald nel 1944

Robert Benoist non è stato solo uno dei piloti più forti degli anni ’20: il driver francese ha contribuito in prima persona alla lotta contro il nazismo ed è morto nel campo di concentramento di Buchenwald nel 1944. Scopriamo insieme la sua storia.

Robert Benoist: la storia

Robert Benoist nasce il 20 marzo 1895 a Auffargis (Francia). Figlio del guardacaccia della famiglia Rothschild, entra nella fanteria dell’esercito francese allo scoppio della Prima Guerra Mondiale, prende il brevetto di volo nel 1915 e diventa prima pilota di aerei (da ricognizione e in seguito da caccia) e poi istruttore.

Dopo la guerra

Terminato il conflitto Benoist entra alla De Marçay come collaudatore e nel 1921 si aggiudica la prima edizione della Parigi-Nizza. Trasferitosi alla Salmson, conquista il Bol d’or nel 1923.

Gli anni in Delage

Nel 1924 Robert Benoist viene chiamato dalla Delage e l’anno seguente vince – in coppia con Albert Divo – il GP di Francia.

Il suo anno migliore è però il 1927: regala alla Delage il Mondiale Costruttori vincendo tutte le gare disputate (Francia, Spagna, Italia e Gran Bretagna) e saltando, come tutti i piloti europei, la prima tappa del campionato a Indianapolis. Tra i successi minori segnaliamo quello di Montlhéry.

Spa e Le Mans

Il 1928 è l’anno dell’addio alle corse della Delage. Robert Benoist trova prima un sedile alla Bugatti e l’anno successivo si aggiudica la 24 Ore di Spa con un’Alfa Romeo 6C 1750 SS in coppia con il nostro Attilio Marinoni.

Ritiratosi ufficialmente dalle corse alla fine degli anni ’20, torna nel 1935 e porta a casa il GP di Piccardia con la Bugatti. Due anni più tardi conquista la 24 Ore di Le Mans insieme al francese Jean-Pierre Wimille, appende definitivamente il casco al chiodo e diventa responsabile della squadra corse della Casa transalpina.

La Seconda Guerra Mondiale e la resistenza

Nel 1940 la Germania occupa la Francia, Robert Benoist scappa nel Regno Unito ed entra nel SOE (Special Operations Executive) come agente segreto. Dopo quattro anni di missioni sul territorio transalpino per aiutare la resistenza francese viene arrestato dai nazisti il 18 giugno 1944 e portato nel campo di concentramento di Buchenwald. Qui morirà il 9 settembre 1944.