Amarsport

GP Monaco 1950: il debutto della Ferrari in F1

di Marco Coletto -

Storia del GP di Monaco del 1950: il debutto della Ferrari (e di Ascari) in F1, la prima vittoria di Fangio e un’onda anomala che scatenò un putiferio al via

Il GP di Monaco del 1950 è entrato nella storia della F1: la seconda tappa del primo Mondiale di Formula 1 di sempre vide il debutto nel Circus della Ferrari (che non prese parte al primo GP di sempre a Silverstone perché la monoposto non era ancora abbastanza competitiva), della Cooper e di Alberto Ascari, la prima vittoria – e la prima pole position – di Juan Manuel Fangio e il primo podio del Cavallino e della Maserati. Scopriamo insieme la storia della prima edizione del Gran Premio di Monte Carlo valida per il campionato del mondo di F1.

GP Monaco 1950: la storia del debutto della Ferrari in F1

Giovedì 18 maggio 1950

Le prime prove libere del GP di Monaco 1950 vedono l’Alfa Romeo occupare le prime due posizioni della classifica con l’argentino Juan Manuel Fangio e il nostro Giuseppe Farina. Dietro la coppia del Biscione troviamo l’argentino José Froilán González (Maserati), il francese Philippe Étancelin (Talbot Lago) e il nostro Luigi Fagioli con la terza Alfa.

Sabato 20 maggio 1950

Le qualifiche del GP di Monaco 1950 vengono interrotte dopo il grave incidente occorso all’argentino Alfredo Pián (frattura della caviglia per il pilota Maserati). La direzione gara decide quindi di assegnare i primi cinque posti della griglia ai più veloci nelle prove libere e di decidere le posizioni dalla sesta in poi usando i migliori tempi del sabato.

Domenica 21 maggio 1950

Fangio parte benissimo nel GP di Monaco 1950 mentre dietro si scatena il putiferio: un’onda anomala si abbatte sulla curva del Tabaccaio inondando la zona della pista e Farina (in quel momento in seconda posizione) perde il controllo della vettura e si schianta provocando un tamponamento a catena che coinvolge altre otto vetture. González rimane coinvolto nell’incidente ma riesce a proseguire per un altro giro prima di ritirarsi in seguito a un incendio dovuto alla rottura del serbatoio (per lui un’ustione di secondo grado).

La classifica del GP di Monaco 1950
Juan Manuel Fangio (Alfa Romeo)3h13:18.7
Alberto Ascari (Ferrari)+ 1 giro
Louis Chiron (Maserati)+ 2 giri
Raymond Sommer (Ferrari)+ 3 giri
Prince Bira (Maserati)+ 5 giri