Archivio

Skoda Vision E Concept: elettrica e autonoma di livello 3

di Junio Gulinelli -

La Sport Utility a zero emissioni della casa ceca pronta a debuttare al Salone di Shanghai

Il futuro di Skoda punta sull’elettrico, d’altronde come la maggior parte dei marchi Volkswagen. Il Gruppo tedesco scommette sulla tecnologia a zero emissioni e, nonostante le prime elettriche siano già a listino, il piano Transform 2025+ prevede un ampliamento della gamma ‘pulita’ con l’ambizioso traguardo di vendere 1 milione di elettriche all’anno entro il 2025.

Anche Skoda, quindi, inizia a fare i suoi primi passi verso l’elettrificazione e lo farà con un SUV sportivo che verrà svelato ad aprile al Salone di Shanghai. Più che una Skoda Kodiaq elettrica, la Vision E Concept avrà un design differenziato rispetto alla sette posti ceca, con una carrozzeria più dinamica e a cinque porte.

Livello 3 di guida autonoma

Tra l’altro la Skoda Vision E Concept potrà contare su un sistema di guida autonoma di livello 3 che prevede il controllo automatico del veicolo in tratti di strada controllati, come l’autostrada o alcune strade secondarie, sempre sotto la supervisione umana. Sarà in grado di trovare parcheggio ed effettuare la manovra in forma automatica e potrà guidare da sola nel traffico, come già sono in grado di fare molte auto già in commercio.

Basata sulla nuova piattaforma modulare MEB

E poi, come anticipato, sarà 100% elettrica e basata sulla piattaforma modulare MEB, base per i futuri modelli del Gruppo Volkswagen. La prima elettrica targata Skoda arriverà nel 2020 ma non sappiamo se si tratterà proprio di questa SUV. La Vision E, leggermente più piccola della Kodiaq, misura 4,64 metri in lunghezza, 1,91 metri in larghezza e 1,55 metri in altezza.

Per quanto riguarda il powertrain monta un motore elettrico da 225 kW (306 CV) che scarica la sua potenza alle quattro ruote attraverso un sistema di trazione integrale. L’autonomia dichiarata si aggirerebbe, infine, attorno ai 500 km. 

Archivio

Volkswagen: i 5 pilastri del piano Transform 2025+

Dall'enorme offensiva elettrica, all'inedita piattaforma per la connettività digitale, passando per lo sviluppo di servizi legati alla mobilità. Ecco come Wolfsburg punta a riprendersi il posto di leader nella mobilità del futuro