Archivio

Renault Clio Cup Press League, giochi conclusi

di Francesco Neri -

Passione, competizione, amicizia. Il campionato Renault Clio Cup ha emozionato tutti, anche noi

La mia avventura è cominciata sul Circuito di Modena, ad aprile, quando noi colleghi della stampa ci siamo incontrati per le qualificazioni della Renault Clio Cup Press League. Il Campionato Clio Cup non è una novità: da sempre è uno dei monomarca più divertenti, combattuti e selettivi del panorama motoristico italiano e internazionale. Un Campionato storico.

LA PRESS LEAGUE

La Renault Clio Cup Press League invece è solo alla sua seconda edizione, ma è già un successo. Si tratta di un campionato nel campionato: dodici giornalisti, sei circuiti e dodici gare, una Renault Clio Cup da dividersi per ogni weekend di gara; un sogno che si avvera. Il nostro compito, oltre quello di pestare sul gas, è quello di raccontare l’emozione della gara e di diffondere la passione per le corse. Anche perché il Clio Cup è un campionato che merita davvero, e anche se i costi del motorsport sono alti (circa 70.000 euro a stagione per correre con la Clio), non è nemmeno inavvicinabile.
Correre contro piloti preparati poi (e che conosco bene la macchina e il mestiere) è sempre stimolante. È meraviglioso immergersi in questo mondo, anche solo per due giorni, e battagliare con questi ragazzi appassionati come noi.
Ma se volete sapere com’è andata la mia gara sul Circuito di Imola, allora leggete qui.

title

LA PREMIAZIONE

Il Campionato è finito e noi festeggiamo con una cena di gala e Franciacorta, dove si mangia bene e si beve altrettanto bene. Una cena tra colleghi ma soprattutto amici, dove si è parlato di gare, di auto, e, fortunatamente, anche di molto altro. E poi la premiazione. Il vincitore della Press League? Il velocissimo (faceva il pilota per davvero, lui) Michele Faccin di Infomotori; secondo posto per Emiliano Perucca Orfei di Automoto, sempre veloce e aggressivo in macchina; e terzo Alberto Bergamaschi di Autotecnica, che al volante ha una grande esperienza.
E io? Io speravo nel podio, ma non sempre le gare vanno come si spera, anzi. E questa volta la anche la fortuna (che serve sempre) non è stata della mia parte. Magari sarà per l’anno prossimo.
Oltre ai primi tre (e al sottoscritto), hanno corso con la Clio Cup anche Marco Della Monica (Motorsport Republic+), Mirco Magni (Auto Blog – Blogo Motori), Giovanni Mancini (Elaborare), Sergio Pastore (Megamodo.it), Francesco Pelizzari (Automobilismo e Evo), Sergio Remondino (Autosprint), Andrea Stassano (Quattroruote) e Alessandro Vai (Corriere dello Sport).

Se volete correre anche voi, sapete dove andare.