Archivio

Pierre Gasly: sempre più Francia in F1

Alla scoperta del giovane talento francese Pierre Gasly, nuovo pilota Toro Rosso

Pierre Gasly ha tutte le carte in regola per diventare nei prossimi anni uno dei protagonisti del Mondiale F1. Il giovane pilota francese ha debuttato nel Circus domenica scorsa con la Toro Rosso mostrando cose egregie. Scopriamo insieme la sua storia.

Pierre Gasly: la biografia

Pierre Gasly nasce il 7 febbraio 1996 a Rouen (Francia) e inizia a correre con i kart a 10 anni ottenendo i primi successi rilevanti a cavallo tra gli anni ’00 e ’10 (terzo nella Coppa del Mondo KF3 nel 2009 e vicecampione europeo KF3 nel 2010).

Il passaggio alle monoposto

Gasly debutta con le monoposto nel 2011 con un terzo posto nel campionato francese di F4. L’anno seguente passa in Formula Renault e nel 2013 si laurea campione europeo Formula Renault 2.0 in un’edizione che vede al terzo posto il connazionale Esteban Ocon.

Il 2014 è invece l’anno in cui Pierre Gasly conquista la seconda posizione nel campionato Formula Renault 3.5 dietro allo spagnolo Carlos Sainz Jr. e davanti ad un altro pilota iberico (Roberto Merhi).

Salto di qualità

I successi in Formula Renault aprono a Gasly le porte del Circus: nel 2015 il driver transalpino viene chiamato dalla Red Bull per svolgere il ruolo di tester e l’anno seguente si laurea campione GP2 davanti al nostro Antonio Giovinazzi.

Il 2017 è un anno molto intenso per Pierre Gasly: corre nella serie giapponese Super Formula, gareggia a New York in Formula E con la Renault e viene ingaggiato dalla Toro Rosso per correre il GP di Malesia al posto del russo Daniil Kvyat.

A Sepang Gasly mostra ottime cose: 14° al debutto con il compagno di scuderia Carlos Sainz Jr. costretto al ritiro per un problema al motore.