Archivio

Occhio per Occhio: le auto con Anna Tatangelo

di Alessandro Alicandri -

Anche in Italia i videoclip coinvolgono il mondo dei motori

La donna più sexy del pop italiano è tornata, Anna Tatangelo entra di diritto in Icon Wheels e oggi vi spieghiamo perché.

L’avete ascoltata in televisione attraverso lo spot Coconuda, apprezzata in tutto il fascino e sensualità dallo scorso febbraio.

Dalla penna di Gigi D’Alessio e con una produzione di alto livello, ecco il nuovo singolo (e videoclip) “Occhio per occhio”.

Brano di grande ritmo che ci accompagnerà al nuovo album di inediti, di cui ancora non ci sono notizie sulla sua uscita ufficiale.

Per la regia di Cosimo Alemà, in ambientazioni di Cinecittà, si vola negli Stati Uniti con alcuni dei modelli d’auto da corsa più belli di sempre.

Partiamo dall’inizio e cerchiamo di capire insieme quali sono.

Ford sportiva.. e muscolosa

La prima auto che vediamo nei secondi iniziali è quella che rivedremo poi in conclusione, ma con una fascia fucsia.

È una Ford Mustang GT. Parliamo dell’auto americana con una storia di produzione che parte da metà degli anni 60 e arriva fino a oggi.

Questo modello di auto (una pony car con carrozzeria decisamente bombata per essere considerata, almeno negli Stati Uniti, una “compatta”) è quello della quinta generazione commercializzata dal 2005.

Si vocifera a proposito di un nuovo modello in sesta versione nel 2014 o 2015, ma potrebbero essere solo dei rumors legati a delle foto spia diffuse durante l’estate del 2012.

Gli anni ’70 rivivono a Cinecittà

Passiamo invece alla Cadillac color marrone che troviamo in più scene di ballo verso la fine del video.

Si tratta di una stupenda Eldorado convertibile di ottava generazione, l’ultimo disponibile a partire dall’inizio degli anni 70, un’auto di una lunghezza di cinque metri.

Oltre a diventare una decapottabile, aveva anche la possibilità di inserire di serie le minigonne alle ruote.

Gialla, elegantissima Corvette

Sono ancora due le auto protagoniste del videoclip.

La macchina nella scena che ci accompagna al car wash è una Chevrolet Corvette C3 prodotta dalla fine degli anni 60 fino all’inizio degli anni ’80.

Il valore del veicolo ruota intorno ai 30 mila dollari. Stiamo per avvicinarci ora a un modello che tutti conosciamo e al quale siamo molto affezionati.

Sembrava Starsky e Hutch (e invece)

La rossa con le strisce bianche è una Ford Gran Torino, prodotta a metà degli anni 70.

Un veicolo piuttosto raro e facilmente confondibile. Apparentemente si tratterebbe dell’auto celebre portata al grande pubblico televisivo da Starsky e Hutch.

Solo un occhio più esperto si può rendere conto che nel videocluo il veicolo ha il secondo finestrino laterale.

Si tratta infatti di un optional che è stato introdotto solo poi dal 1974 (e nel telefilm quel finestrino, come forse pochi ricordano, non c’è mai stato).