Archivio

MotoGP 2015, a Phillip Island trionfa Marquez, Rossi è 4°

di Francesco Irace -

Sul podio Lorenzo e Iannone. Il majorchino guadagna punti e si porta a -11 dal pesarese

Quella di Phillip Island, terzultima gara della MotoGP 2015, è stata probabilmente la gara più emozionante della stagione.

Tanti sorpassi e staccate, e un mondiale che ad ogni giro sembrava riaprirsi clamorosamente.

Alla fine ha vinto Marc Marquez, davanti a Lorenzo e Iannone. Quarto Valentino Rossi, che vede il suo distacco dal majorchino ridursi a 11 punti. 

Jorge Lorenzo si avvicina

Ha provato a fare una gara delle sue, Jorge Lorenzo. Ma stavolta ha dovuto fare i conti con un quartetto indiavolato completato da Marquez, Iannone e Rossi.

È stato colui che ha mantenuto la testa della gara per più tempo, nonostante più di un sorpasso. Ma alla fine ha dovuto cedere a un giro da paura di Marc.

“Ho visto che Marc aveva qualche problema di trazione in alcuni settori, così ho pensato che spingendo forte l’avrei tenuto dietro. Ma alla fine ha fatto un giro pazzesco e non ce l’ho fatta. Poi Andrea ha superato Valentino, così ho potuto rosicchiare altri punti”, ha detto Lorenzo.

Marc Marquez ritrova la vittoria

Gongola Marquez al termine della gara, contento per aver ritrovato la brillantezza e anche il risultato. “Durante la gara mi sentivo bene. Poi molti sorpassi hanno creato un divario.

Ho rincorso Jorge e soprattutto all’ultimo giro sono riuscito a spingere al cento per cento, riuscendo a prendere anche Lorenzo. Sono contento perché ultimamente i risultati non arrivavano”, ha dichiarato Marquez.

Andrea Iannone, che podio

Ma è stato Iannone la più bella sorpresa del GP di Phillip Island. Il podio per il pilota del team Ducati è un grandissimo risultato. “È stata una gara fantastica, una lotta fantastica.

È la mia prima gara con bagarre. Ho lottato con i migliori e ho fatto del mio meglio. Sono sul podio e sono contento di questo. È stato un lavoro grandioso da parte di tutti. Voglio continuare così”, ha detto Iannone. 

Valentino Rossi, quarto posto un po’ amaro

Valentino Rossi è apparso in gara molto più performante di quanto aveva fatto vedere nel corso delle prove libere e delle qualifiche (partito settimo), ma non è riuscito a fare meglio del quarto posto. I continui sorpassi con Iannone e Marquez lo hanno in qualche modo rallentato. Ora i punti di distacco sono 11 e mancano due gare. 

“Il problema è stato più che altro Jorge e Marc. Iannone è stato bravissimo, sappiamo che nel corpo a corpo è molto forte ed è riuscito a sfruttare i vantaggi che loro hanno nel rettilineo.

È stato bravo. È stata una bella gara, veramente calda dall’inizio. È un grande dispiacere non essere sul podio e aver perso punti. Non sono contento per le qualifiche, abbiamo lavorato male.

Abbiamo perso il sabato dietro a soluzioni che non hanno funzionato. Partire dalla terza fila non è stato il massimo. Forse in una gara come questa in gruppo non sarebbe cambiato molto partire davanti, ma almeno dal punto di vista psicologico sarebbe stato diverso.

 La moto andava bene, ho guidato bene. Il passo era ottimo.

Alla fine è una gara positiva, però dispiace non salire sul podio. Lo svantaggio lo abbiamo nel rettilineo, probabilmente perché sono più lungo e più grosso. Però abbiamo in compenso molti punti di forza. A Sepang cercheremo di essere veloci fin da subito”, ha detto Valentino Rossi a fine gara.