Archivio

MotoGP 2013 – Rossi e Lorenzo pronti per il Sachsenring

di Francesco Irace -

La MotoGP 2013 scalda i motori in vista del Gran Premio del Sachsenring. Il Yamaha Factory Racing Team di Jorge Lorenzo e Valentino Rossi arriva in Germania con grandi motivazioni.

Lorenzo non è ancora al 100%

Il campione del mondo in carica è reduce – come vi abbiamo raccontato nei giorni precedenti – da un’eroica gara ad Assen, disputata a distanza di poche ore dall’operazione alla clavicola. Ha continuano il suo programma di recupero ma non è ancora al 100% della condizione fisica.

«Sachsenring sarà un po ‘difficile per me dopo l’incidente di Assen. In Olanda abbiamo qualcosa di straordinario, ma ora devo essere realista prendendo consapevolezza del fatto che ho ancora un po’ di strada da fare per il pieno recupero».

Insomma, se qualcuno pensava che Lorenzo potesse già da domenica tornare a lottare per la vittoria, probabilmente chiedeva un po’ troppo.

«Non sarò al 100% ma sono comunque fiducioso di poter fare un buon fine settimana. In questi giorni ho lavorato molto, ma sarà difficile essere veloce; inoltre non è nemmeno una delle mie piste preferite. In ogni caso darò il massimo».

Rossi spera di riconfermare i progressi riscontrati ad Assen

Valentino è invece reduce da una straordinaria vittoria, di quelle che fanno molto rumore per il modo e il momento in cui arrivano. Per qualcuno il pilota di Tavullia era ormai da “rottamare”.

Lui invece ha trovato il feeling che cercava con la sua M1 e ha trionfato 46 gare dopo l’ultimo successo. Insomma, un’importante iniezione di fiducia in vista delle prossime gare.

«Sto andando a Sachsenring con un nuovo spirito. Sono molto contento per la gara in Olanda. Ora voglio andare avanti così. Vogliamo anche confermare al Sachsenring i progressi riscontrati.

Dobbiamo continuare a migliorare la moto, come abbiamo fatto dopo il test ad Aragon, perché ora vogliamo provare a lottare per posizioni importanti. Vogliamo stare con i più veloci ogni fine settimana.

Sachsenring mi piace molto, poi ci sara Laguna Seca. Si tratta di due gran premi che mi piacciono molto e che penso siano molto importanti».

MotoGP

Valentino Rossi, la biografia: tutto iniziò con l'Aprilia, poi Honda, Yamaha, Ducati e Yamaha

Nove titoli mondiali conquistati e record di gran premi disputati consecutivamente nel Motomondiale