Archivio

Mondiale F1 2014 – GP Giappone: gli orari TV della gara di Suzuka

Sebastian Vettel vuole la vittoria sul suo circuito preferito

Nel GP del Giappone avremo modo di vedere se Sebastian Vettel – reduce dal brillante secondo posto di Singapore – potrà risollevarsi in un Mondiale F1 2014 che fino a questo momento non lo ha visto brillare.

Una vittoria del campione del mondo in carica sul circuito di Suzuka – il suo preferito – non è così improbabile come potrebbe sembrare e metterebbe finalmente a tacere i critici che in questo (momentaneo) periodo di crisi mettono in dubbio le sue qualità.

GP Giappone: cosa aspettarsi

La pista di Suzuka è una delle più amate dai piloti: veloce ma anche estremamente tecnica, premia i driver talentuosi (negli ultimi vent’anni l’unico pilota non iridato a trionfare qui è stato Rubens Barrichello nel 2003). La Ferrari non vince in Giappone da ben dieci anni mentre nelle ultime sei edizioni si sono registrati ben cinque successi di un motore Renault e quattro di Sebastian Vettel e della Red Bull.

Partire dalla pole position non è fondamentale, partire bene sì: gli ultimi cinque GP del Giappone sono stati vinti da driver partiti dalla prima fila. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta del nostro pronostico sulla corsa nipponica.

F1 2014, Suzuka, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 3 ottobre 2014

03:00-04:30 Prove libere 1 (diretta SkySport F1, differita RaiSport 2 alle 11:30)
07:00-08:30 Prove libere 2 (diretta SkySport F1, differita RaiSport 2 alle 22:00)

Sabato 4 ottobre 2014

04:00-05:00 Prove libere 3 (diretta SkySport F1)
07:00  Qualifiche (diretta SkySport F1, differita Rai 2 alle 14:00)

Domenica 5 ottobre 2014

08:00  Gara (diretta SkySport F1, differita Rai 2 alle 14:00)

I numeri del GP del Giappone 2014

LUNGHEZZA CIRCUITO: 5,807 km
GIRI: 53
RECORD IN PROVA: Michael Schumacher (Ferrari 248 F1) – 1’28”954 – 2006
RECORD IN GARA: Kimi Räikkönen (McLaren MP4-20) – 1’31”540 – 2005
RECORD DISTANZA: Fernando Alonso (Renault R26) – 1h23’53”413 – 2006

Il pronostico del GP del Giappone 2014

1° Sebastian Vettel (Red Bull)

Bastano i numeri per spiegare il forte legame tra il Giappone e Sebastian Vettel: nelle ultime cinque edizioni del GP nipponico il pilota tedesco ha infatti conquistato quattro pole position e quattro vittorie.

Le Mercedes sono teoricamente superiori ma il campione del mondo in carica potrà a nostro avviso compensare il divario grazie alle sue doti di guida, eccellenti soprattutto su questo tracciato.

2° Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton ha un rapporto contrastato con il Sol Levante: ha ottenuto due pole e una vittoria (ma sul circuito del Fuji) mentre a Suzuka, se si esclude il terzo posto del lontano 2009, non ha mai brillato particolarmente.

Per questa ragione potrebbe accontentarsi, a nostro avviso, di un buon piazzamento che gli consentirebbe di allungare il distacco sul compagno Rosberg.

3° Nico Rosberg (Mercedes)

Senza problemi di affidabilità la Mercedes può ottenere un podio su qualsiasi tracciato e persino Nico Rosberg, mai convincente nel GP del Giappone, potrebbe quindi conquistare a Suzuka un podio che non ha mai neanche sfiorato.

Il miglior risultato ottenuto dal driver tedesco su questo tracciato è infatti un misero quinto posto risalente addirittura a quando correva ancora per la Williams (2009).

Da tenere d’occhio: Fernando Alonso (Ferrari)

Due vittorie (di cui una al Fuji) nel 2006 e nel 2008 e nessuna pole position: è questo il palmarès di Fernando Alonso nel Sol Levante.

Difficile ipotizzare un podio per il pilota spagnolo, in rotta con la Ferrari e a secco di motivazioni: a Suzuka rischia seriamente di essere sorpassato nella classifica del Mondiale da Vettel.

La squadra da seguire: Red Bull

La Red Bull può fare bene su questo tracciato: sui circuiti tortuosi ha mostrato prestazioni in linea con quelle della Mercedes ed è oltretutto più affidabile.

Da sei Gran Premi consecutivi entrambe le monoposto austriache ottengono punti: nessun altro team può vantare questo livello di continuità.

Archivio

Alonso prova LaFerrari

Il pilota del team F1 di Maranello alle prese con la nuova iper car ibrida del Cavallino, LaFerrari.

Archivio

Mondiale F1 2014 - GP Singapore, risultati e classifiche

Grazie al settimo successo stagionale (e al ritiro di Rosberg) Lewis riconquista la vetta del campionato

Archivio

Mondiale F1 2014 - GP Singapore: gli orari TV

Vettel e la Red Bull cercano la quarta vittoria consecutiva sul tracciato asiatico