Archivio

Mondiale F1 2014 – GP Cina: gli orari TV

Hamilton non ha mai vinto tre gare di seguito in carriera: sarà la volta buona?


Il GP di Cina sarà molto importante per Lewis Hamilton: il pilota britannico cercherà sul tracciato di Shanghai di vincere la terza gara consecutiva (evento mai avvenuto in carriera) e di avvicinarsi al leader del Mondiale F1 2014 – nonché compagno di scuderia – Nico Rosberg.

Si preannuncia una corsa sottotono per la Ferrari – reduce dall’addio di Domenicali – mentre la Red Bull ha voglia di riscatto, dopo che martedì scorso è stata confermata in appello la squalifica di Daniel Ricciardo in Australia.

GP Cina: cosa aspettarsi

Il circuito di Shanghaisimile a quello della Malesia – presenta curve veloci che favoriscono le monoposto con elevato carico aerodinamico (come la Red Bull) e lunghi rettilinei che invece privilegiano le vetture dotate di motori Mercedes. Vincere su questo tracciato non porta molta fortuna: nelle ultime cinque edizioni chi è salito sul gradino più alto del podio non ha conquistato il titolo iridato.

La pioggia dovrebbe disturbare solo le qualifiche del sabato e le temperature non troppo elevate non dovrebbero causare particolari problemi. Di seguito troverete il calendario del Gran Premio con gli orari TV su Sky e sulla Rai mentre più avanti sarà la volta del nostro pronostico sulla gara della Cina.

F1 2014, Shanghai, il calendario e gli orari in TV

Venerdì 18 aprile 2014

04:00-05:30 Prove libere 1 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)
08:00-09:30 Prove libere 2 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)

Sabato 19 aprile 2014

05:00-06:00 Prove libere 3 (diretta Sky Sport F1 e RaiSport 2)
08:00  Qualifiche (diretta Sky Sport F1 e Rai 2)

Domenica 20 aprile 2014

09:00  Gara (diretta Sky Sport F1 e Rai 2)

I numeri del GP della Cina 2014

LUNGHEZZA CIRCUITO: 5,451 km
GIRI: 56
RECORD IN PROVA: Michael Schumacher (Ferrari F2004) – 1’33”185 – 2004
RECORD IN GARA: Michael Schumacher (Ferrari F2004) – 1’32”238 – 2004
RECORD DISTANZA: Rubens Barrichello (Ferrari F2004) – 1h29’12”420 – 2004

GP Cina 2014: il nostro pronostico

1° Lewis Hamilton (Mercedes)

Lewis Hamilton ama Shanghai: due vittorie, tre pole position e mai fuori dal podio in questo decennio. Oltretutto guida una monoposto imbattibile.

Solo Rosberg può mettergli i bastoni tra le ruote ma secondo noi il driver tedesco si accontenterà di salire sul podio e di conservare la vetta del Mondiale approfittando di circuiti più favorevoli per puntare nuovamente al primo posto.

2° Sebastian Vettel (Red Bull)

Sebastien Vettel può, a nostro avviso, sfruttare l’elevato carico aerodinamico della sua Red Bull per conquistare  un podio – ampliamente alla sua portata – in Cina.

Qui non vince dal lontano 2009 ma su questo circuito può vantare ben tre pole position: oltretutto è affamato di risultati. Prepariamoci a vederlo nelle prime posizioni.

3° Nico Rosberg (Mercedes)

In Cina Nico Rosberg, due anni fa, vinse il primo GP della sua carriera ma oltre a questo exploit non ha mai combinato grandi cose nel Paese asiatico.

Il pilota tedesco è in vetta al Mondiale e secondo noi ci resterà anche al termine di questa gara: userà il cervello, la parte del corpo che servirà di più quest’anno per diventare campioni iridati.

Da tenere d’occhio: Jenson Button (McLaren)

Jenson Button ha dichiarato che questo tracciato non è adatto alle caratteristiche della McLaren (vettura che ha sofferto molto a fine marzo in un circuito simile, quello della Malesia).

Difficilmente riuscirà a salire sul podio, facilmente potrà dare vita ad una corsa interessante (già vinta nel 2010): nonostante la carenza di carico aerodinamico la sua monoposto monta il motore migliore del lotto (il Mercedes) e potrà quindi approfittare dei rettilinei per sbarazzarsi dei rivali meno cavallati.

La squadra da seguire: Mercedes

Stando alle dichiarazioni dei responsabili dei team rivali la Mercedes ha già vinto il Mondiale Costruttori: troppa la superiorità mostrata nelle prime tre gare della stagione e troppo deboli le modifiche proposte dalle altre scuderie per cercare di ridurre il divario.

Ancora non sappiamo se la Stella conquisterà davvero l’iride: quello che è certo è che ha grosse possibilità di riuscirci. Aspettiamoci un dominio delle frecce d’argento anche a Shanghai.

Archivio

Marcus Ericsson: la F1 parla svedese

Storia del secondo pilota Caterham, talentuoso "rookie" del Circus

Archivio

F1: Stefano Domenicali lascia la Ferrari

Dimissioni a sorpresa del Direttore della Gestione Sportiva del Cavallino. Al suo posto Marco Mattiacci

Archivio

Rush, il trailer ufficiale del film sulla F1

Il lungometraggio diretto da Ron Howard racconterà il duello Lauda-Hunt del 1976