Archivio

Mini Electric Concept

Al Salone di Francoforte debutterà il prototipo che anticipa la prima Mini elettrica che arriverà nel 2019

Anche se sarà svelata soltanto tra due settimane al Salone di Francoforte 2017 (14-24 settembre) è già possibile dare un’occhiata alla nuova Mini Electric Concept, prototipo a zero emissioni che la Casa anglo tedesca ha in serbo per la kermesse teutonica. Con questo progetto Mini affronta diverse questioni. Da un lato anticipa la visione del brand rispetto alla mobilità urbana sostenibile del futuro, dall’altro lato permette di sbirciare da lontano la futura prima Mini elettrica che arriverà sul mercato non prima del 2019. Sono passati già quasi dieci anni dal primo esperimento di elettrificazione della Mini, quella Mini E (prodotta in circa 600 esemplari per uno studio di campo a livello globale) che gettava le basi della mobilità a zero emissioni per il gruppo bavarese, essendo la prima BMW in assoluto, seppur prototipo, a montare un motore elettrico.

Per il momento Mini ha svelato soltanto le prime immagini che svelano l’estetica della concept car che vedremo a Francoforte, la quale sfoggia un frontale con fari rotondi e una griglia esagonale che la rendono immediatamente riconoscibile. La tinta della carrozzeria è dominata dai colori Reflection Silver e Striking Yellow con, in bella vista, il sigillo distintivo E. I vari elementi aerodinamici, realizzati in fibra di vetro le servono ad affrontare i problemi di aerodinamicità fondamentali per aumentare l’autonomia. E così appaiono delle vistose minigonne laterali e un estrattore posteriore messi al posto giusto per canalizzare nel migliore dei modi i flussi d’aria, così come anche dei cerchi asimmetrici, realizzati in stampa 3D (come le prese d’aria) e pensati proprio per migliorare l’aerodinamica.