Archivio

Mercedes-Benz, la mobilità futura e le auto del 2017

di Francesco Irace -

Nell'ultima conferenza stampa dell'anno il Gruppo Daimler tira le somme (positive) e guarda avanti, focalizzandosi sui temi della mobilità connessa, autonoma, condivisa ed ecosostenibile

Connettività, guida Autonoma, mobilità condivisa (Shared) e trazione Elettrica (C.A.S.E.): sono questi i punti attorno al quale il Gruppo Daimler costruisce il futuro dei suoi brand.

Con i riflettori puntati sul prototipo F015, che incarna perfettamente i valori sopra citati, il colosso tedesco ha celebrato i risultati del 2016 nell’ultima conferenza stampa dell’anno: +19% per Mercedes, +16% per Smart e un importante +18% per il settore Van.

Numeri che rappresentano un ottimo punto da cui ripartire nel 2017, durante il quale debutteranno ben 15 novità: dal restyling di GLA alla Classe E All-Terrain (da circa 60.000 euro), Coupé e Cabrio, passando per le AMG (GT-R, GT Roadster e GT-C), per il Pick-Up, per la gamma elettrica di Smart e non solo.

Auto connesse, nel presente e nel futuro

“L’auto è uno strumento che serve per migliorare la vita dell’uomo”, dicono in Mercedes. Dove, già dal 2015, si sfornano vetture dotate di connessione a internet (tramite sim dati) con lo scopo di garantire nell’immediato notevoli benefici: dalle comunicazioni automatiche di emergenza alla “manutenzione virtuale “ (la telediagnosi), passando per i servizi di Concierge e per il comando a distanza della vettura direttamente dal proprio smartphone.

Connettività che, invece, in futuro sarà uno dei principali perni attorno al quale ruoterà la guida autonoma, di cui la nuova Mercedes-Benz Classe E si fa portavoce del gruppo per le sue doti tecnologiche. Presto, ma nemmeno troppo, le auto saranno connesse tra loro e dialogheranno costantemente con le infrastrutture.

Cambierà, insomma, completamente l’esperienza dell’uomo a bordo di una vettura. “Chi pensa solo alla tecnica non ha ancora capito come la guida autonoma cambierà la nostra società. L’auto trascende il suo ruolo di mezzo di trasporto per diventare uno spazio vitale mobile”, ha dichiarato Dieter Zetsche, Presidente del Consiglio Direttivo di Daimler AG e Responsabile di Mercedes-Benz Cars.

Mobilità elettrica e condivisa

Il tutto sempre nell’ottica di una mobilità che sarà più ecosostenibile ed efficiente. “Tra il 2020 e il 2025 Mercedes porterà sul mercato oltre dieci vetture completamente elettriche, per le quali ovviamente sarà necessaria una folta rete di infrastrutture di ricarica domestiche, frutto anche di cooperazioni importanti e accordi condivisi tra le Case automobilistiche”.

Smart gioca d’anticipo perché è ad oggi la prima Casa automobilistica ad offrire nella propria gamma sia modelli con motore a combustione interna sia modelli completamente elettrici: nei prossimi mesi debutterà l’intera gamma electric drive, composta da fortwo, fortwo cabrio (prima cabriolet al mondo elettrica) e forfour.

Infine, al fianco di veicoli sempre più sicuri, efficienti e connessi, i marchi del Gruppo Daimler offrono già da oggi soluzioni di mobilità rivoluzionarie come car2go e mytaxi, che sono esempi lampanti di come il mondo dell’automobile stia prendendo anche un’altra direzione: quella dell’auto condivisa (shared, appunto).