Archivio

Lexus GS (2014): pregi e difetti dell’ammiraglia ibrida giapponese

Grintosa fuori, elegante dentro, ecologica nell'anima

La Lexus GS è un’ammiraglia ibrida giapponese adatta a chi è stufo delle solite tedesche e cerca un mezzo in grado di circolare anche durante i blocchi del traffico. Di seguito analizzeremo la versione a quattro cilindri nell’allestimento più elegante Luxury: le sue quotazioni superano i 40.000 euro ma non è facile da trovare (più semplice rintracciare le meno costose Executive). Scopriamo insieme i pregi e i difetti della berlinona nipponica a doppia alimentazione “premium” del Gruppo Toyota.

I pregi della Lexus GS del 2014

Abitabilità

Senza infamia e senza lode.

Finitura

Le Lexus sono auto costruite con molta cura e la GS non fa eccezione. Materiali di altissimo livello e assemblaggi perfetti.

Dotazione di serie

Di tutto e di più: autoradio Aux Bluetooth CD DVD MP3 USB, cerchi in lega, climatizzatore, cruise control, fari allo xeno, fendinebbia, interni in pelle, navigatore satellitare, retrovisori ripiegabili elettricamente, sedili regolabili elettricamente, sensori di parcheggio e sospensioni attive.

Posto guida

Comodo, con tantissime regolazioni e con comandi ergonomici.

Climatizzazione

La Lexus GS monta un impianto potente ed efficace penalizzato esclusivamente dalla presenza di troppi pulsanti.

Sospensioni

Gli ammortizzatori adattivi ad alte prestazioni di serie garantiscono un comportamento stradale impeccabile in ogni situazione di guida.

Rumorosità

La Lexus GS è silenziosissima in modalità elettrica e sa essere altrettanto discreta (grazie ad un abitacolo insonorizzato in maniera impeccabile) quando entra in funzione il motore termico.

Motore

Il propulsore ibrido della Lexus GS è un 2.5 a benzina abbinato ad un’unità elettrica in grado di generare una potenza complessiva di 223 CV e una coppia di 221 Nm. Un’unità più adatta alla guida rilassata che al divertimento.

Sterzo

Se si opta per la modalità di guida Sport+ il comando si rivela particolarmente preciso e reattivo.

Prestazioni

Buone, anche se non eccezionali: 190 km/h di velocità massima (autolimitata) e 9,2 secondi per accelerare da 0 a 100 chilometri orari.

Dotazione di sicurezza

Buona: airbag frontali, laterali, a tendina e per le ginocchia, attacchi Isofix, controlli di stabilità e trazione, monitoraggio pressione pneumatici e poggiatesta anteriori attivi.

Visibilità

Interessante, nonostante la lunghezza di 4,85 metri: merito delle ampie superfici vetrate e dei sensori.

Freni

Solitamente le ibride non offrono spazi d’arresto convincenti ma la Lexus GS può vantare un impianto potente.

Tenuta di strada

Più comoda che sportiva (ma sempre e comunque rassicurante), sa divertire solo quando si opta per la modalità Sport+.

Prezzo

Da nuova nel 2014 la Lexus GS Luxury costava parecchio (66.500 euro). Oggi è introvabile (più semplice rintracciare le meno costose varianti Executive) e le sue quotazioni recitano 41.400 euro: poco più di una Lexus IS Business appena uscita dal concessionario.

Consumo

Niente male: 20,4 km/l dichiarati.

Garanzie

La copertura globale terminerà nel 2017 (dipende dal mese di immatricolazione e se non sono già stati percorsi più di 100.000 km), così come quella sulla verniciatura. Ancora valida, fino al 2026, la protezione sulla corrosione.

I difetti della Lexus GS del 2014

Capacità bagagliaio

Il vano della Lexus GS ha una capienza di 468 litri e non può essere ampliato abbattendo i sedili posteriori a causa delle batterie situate dietro il divano.

Cambio

La trasmissione automatica a variazione continua penalizza il piacere di guida: l’unico vero difetto di questa vettura.

Tenuta del valore

Le Lexus sono apprezzatissime negli USA ma non riscuotono lo stesso successo da noi e per questo motivo – pur essendo allo stesso livello delle tedesche – non tengono altrettanto bene il valore dell’usato.

Auto Story

Lexus GS, la storia

L'evoluzione della risposta nipponica alla BMW serie 5