Archivio

Charles Pic, promosso senza meriti

di Marco Coletto -

La storia del nuovo pilota Caterham, arrivato in F1 senza mai brillare nelle categorie minori

La storia di Charles Pic, nuovo pilota Caterham per il Mondiale F1 2013 (affiancherà Giedo van der Garde), è la dimostrazione perfetta dell’assenza di meritocrazia nel Circus. Il driver francese è riuscito infatti ad arrivare nella massima serie automobilistica senza offrire in carriera prestazioni particolarmente brillanti e togliendo spazio a colleghi ben più talentuosi.

Charles Pic nasce a Montélimar (Francia) il 15 febbraio 1990. Dopo una serie di vittorie importanti nei kart a 16 anni debutta con le monoposto nel campionato francese Formula Renault Campus. Termina la stagione al terzo posto e, a differenza del vincitore Kévin Estre (attualmente nella Porsche Carrera Cup), trova un sedile nella Eurocup Formula Renault 2.0.

Anche nella serie europea conclude l’annata (il 2007) al terzo posto, questa volta dietro al neozelandese Brendon Hartley (ora collaudatore Mercedes), e viene nuovamente promosso nella categoria principale: la Formula Renault 3.5. Dopo un 2008 privo di guizzi nel 2009 chiude la stagione ancora al… terzo posto, entra nel programma di sviluppo dei giovani piloti della Régie e passa addirittura alla GP2. Il primo classificato quell’anno, il belga Bertrand Baguette, sbarca invece il lunario con le GT.

Nella categoria propedeutica alla F1 Pic non convince in pieno: 10° nel 2010, termina 4° nel 2009 e nonostante piazzamenti peggiori del nostro Luca Filippi (fino allo scorso anno ancora in GP2) e di Jules Bianchi (collaudatore Force India ancora in lizza per un posto da titolare) ottiene un sedile alla Marussia in Formula 1. Nella stagione 2012 riesce a fare peggio del compagno più esperto – il tedesco Timo Glock (ora in DTM), che nei due anni precedenti aveva sempre perso il confronto con i suoi coéquipier – e come “premio” riceve una chiamata dalla più veloce Caterham per il 2013, dove sarà addirittura prima guida…