Archivio

Bosch al CES 2019 con un nuovo concept di shuttle

L’ecosistema Bosch dei servizi di mobilità rende gli spostamenti in shuttle flessibili e adatti all’uso quotidiano

Al CES 2019 di Las Vegas, la fiera di elettronica più grande del mondo, Bosch presenterà le sue soluzioni per la mobilità del futuro con un nuovo prototipo di shuttle. “Bosch sta sviluppando un pacchetto esclusivo di hardware, software e servizi per la mobilità del futuro” ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch. Presto (si fa per dire), nelle nostre città, circolerà una classe tutta nuova di veicoli: shuttle elettrici senza guidatore (sia per il trasporto di persone che di merci) che percorrono i centri urbani in modo silenzioso, perfettamente connessi con l’ambiente.

Il prototipo di Bosch al CES

Questo prototipo è in grado di accogliere quattro passeggeri, gli uni di fronte agli altri, per ottimizzare lo spazio e garantire comodità. Gli schermi per l’infotainment possono essere utilizzati dai passeggeri individualmente o in gruppo; per esempio, una famiglia può guardare un film mentre è in viaggio per trascorrere il weekend fuori città, o dei colleghi possono lavorare ad una presentazione mentre si recano in ufficio. Gli smartphone utilizzano il Wi-Fi a bordo e possono integrarsi alla perfezione con il sistema di infotainment, grazie alla tecnologia di connettività di Bosch. Il servizio concierge trasforma lo shuttle in un assistente personale. Avendo qualsiasi tipo di informazione a propria disposizione, il veicolo può fornire ai passeggeri consigli, prenotazioni anticipate, bollettini meteo e suggerimenti di viaggio in qualsiasi momento. Quando lo shuttle arriva a destinazione, i passeggeri possono pagare il viaggio con il servizio di pagamento elettronico di Bosch.

Elettrici ed autonomi entro la metà del prossimo decennio

La crescita del settore degli shuttle è il risultato dell’aumento della domanda di servizi di ride sharing: soltanto in Europa, Stati Uniti e Cina, entro il 2020 saranno presenti sulle strade circa un milione di shuttle on-demand, per arrivare a 2,5 milioni entro il 2025 (fonte: Roland Berger). Molti di questi veicoli, disponibili 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, saranno completamente elettrici e diventeranno anche del tutto autonomi entro la metà del prossimo decennio. È questo il motivo per cui Bosch ha sfruttato ogni centimetro quadrato del suo prototipo per dotarlo della tecnologia più avanzata: dai sistemi di propulsione elettrici e sensori ambientali a 360°, alla gestione della connettività e ai computer di bordo. Gli utenti potranno prenotare uno shuttle con estrema semplicità tramite smartphone, mentre sono rilassati sul divano o seduti alla scrivania in ufficio. Più passeggeri verranno trasportati da un solo shuttle, più economico risulta il viaggio per tutti. Questo approccio ridurrà anche il traffico nelle città e l’impatto sull’ambiente e Bosch sta sviluppando le piattaforme software necessarie per rendere tutto questo realtà. Inoltre, il servizio Convenience Charging di Bosch è in grado di stabilire quanto durerà la batteria e dove è possibile ricaricare il veicolo, mentre il sistema basato su videocamere per gli interni del veicolo è in grado di verificare se il passeggero ha dimenticato degli oggetti.